NutriBees
adv

In questi primi tre mesi del 2018 lo smart working conferma quanto fatto di buono lo scorso anno, secondo le diverse analisi condotte dall’Osservatorio del Politecnico di Milano, e, in un contesto che inizia ad essere concorrenziale, molte aziende italiane sembrano sempre più intenzionate a ricercare quella variante del lavoro agile per differenziarsi dagli altri ed attirare maggiore clientela.

Tra queste spicca Edenred, azienda leader mondiale nella ricerca del welfare aziendale e inventore dei Ticket Restaurant, che cerca costantemente di garantire sia un maggior potere d’acquisto per le persone sia una gestione delle spese ottimizzata per le imprese. I dirigenti della società, dopo un’attenta valutazione del mondo del lavoro attuale, hanno deciso di portare una loro start-up italiana anche nel mondo dello smart working.

Questa nuova impresa si chiama NutriBees e fa parte del portale Edenred4YOU, rivolto principalmente a clienti che vogliono ottenere sconti e promozioni in diversi settori commerciali, e che porta la categoria “healthy food” tra i dipendenti del lavoro agile o, volendo utilizzare il termine tecnico, tra gli smart workers.

A COSA SERVE NUTRIBEES?

NutriBees, servizio online, nasce tra la primavera e l’estate del 2017 per consentire alle persone di ottenere consigli e direttive sulla propria alimentazione, sia per motivi legati alla necessità di perdita di peso o semplicemente per la volontà di condurre uno stile di vita salutare legato ad una corretta nutrizione.

Grazie a NutriBees, quindi, tutto questo è possibile; con questa start-up vanno ad integrarsi due figure fondamentali nel campo dell’healthy food: il nutrizionista e lo chef. Questi due ruoli riescono a combinare diversi menù, rigorosamente sani, ed assolutamente idonei a soddisfare le diverse esigenze degli utenti.

Proprio questi ultimi, attraverso un test online o un’eventuale consultazione con nutrizionisti certificati, trasmettono tutta una serie d’informazioni nutrizionali che avviano la fase di creazione dei diversi menù ad hoc tenendo conto dei dati rilevati dal test del cliente, che devono, però, rispettare quelle che sono le direttive imposte dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).

CHI HA INVENTATO LA START-UP? E COME SI ACQUISTANO I MENÙ?

Ad avere l’idea di una start-up healthy food sono stati Mario Villani e Giovanni Menozzi, due giovani ventisettenni che si sono conosciuti alla Bocconi di Milano e che hanno deciso di realizzare questo progetto in perfetto stile smart working. A coadiuvare i due fondatori c’è anche Anna Villarini, una delle biologhe nutrizioniste più famose in Italia, e AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro) che ha accolto NutriBees come proprio partner.

I menù realizzati dai nutrizionisti e chef della start-up si possono acquistare attraverso due modalità: settimanale o modulabile; se si sceglie quest’ultima opzione, il cliente può decidere la durata dell’abbonamento (da 1 a 4 settimane), quanti giorni a settimana ricevere i menù (5 o 6), quanti pasti ricevere (fino ad un massimo di tre selezioni) e quali (tra colazione, pranzo, cena e due snack).

Questi menù, inoltre, sono cucinati con una particolare tecnica che prende il nome di sous-vide (cottura sottovuoto e a basse temperature) che garantisce la conservazione dei cibi cotti fino a trenta giorni. Una volta ricevuta la box, contenente i piatti scelti dal cliente, questi ultimi hanno 24 ore di tempo per mettere tutto in frigo e ben 20 giorni per consumare quanto ordinato. Le spedizioni di NutriBees coprono, ovviamente, tutta la penisola.

LO SVILUPPO DELLO SMART WORKING HA CONVINTO ANCHE EDENRED

Con una crescita del 14% nello scorso anno e con il cambiamento del luogo di lavoro (passato da spazio fisico a spazio digitale), Edenred non poteva non abbracciare lo smart working e inserire NutriBees come partner sia del portale Edenred4YOU, come visto prima, sia del progetto di CSR (Corporate Social Responsability) Pausa Mediterranea by FOOD.

Questo progetto serve per promuovere valori come la corretta e sana alimentazione e la sostenibilità durante la pausa pranzo dei lavoratori. Secondo Menozzi, uno dei due fondatori di NutriBees, la crescita in Italia che si sta verificando circa il cibo salutare sta dimostrando quanto le persone stiano attente al proprio corpo e quanta maggiore attività fisica sia svolta per prevenire eventuali problemi fisici come ad esempio il colesterolo. I menù di NutriBees, inoltre, sono ricchi di proteine, cereali integrali e verdure stagionali ma anche di antinfiammatori e antiossidanti su prodotti di prima scelta ed in pieno stile dieta mediterranea.

Si può dire quindi che Edenred abbia colto immediatamente il potenziale dello smart working e introducendo NutriBees all’interno di diversi progetti e portali sta riuscendo ad avvicinare una categoria, come l’healthy food, agli smart workers ed offrendo allo stesso tempo un servizio molto innovativo e comodo per quelle persone che vogliono modificare la propria alimentazione.