Oculus Quest: la realtà aumenta virtuale diventa ancora più semplice
adv

Libertà di movimento e portabilità grazie Oculus Quest

Grazie ad Oculus Quest, l’esperienza della realtà virtuale videoludica si allontana dal PC e dai suoi cavi. Un’esperienza che non necessita di nient’altro se non di questo caschetto.

Il confort dell’Oculus Quest

Oltre ad avere un casco molto confortevole, vi saranno due controller provenienti dagli Oculus Touch di Rift ed un cavo per la ricarica. Scaricata l’applicazione sul proprio cellulare, l’installazione e il primo utilizzo dell’Oculus Quest sono davvero molto semplici. Si potrà scegliere tra due modalità:

  • La modalità Roomscale, ideale per giocare e dotata di un sistema per disegnare il terreno di gioco che ci interessa sfruttare in sicurezza;
  • La modalità Stationary, per godere di contenuti più statici e dei filmati.

Dalla home è possibile accedere al negozio dove si potranno trovare altre app tra cui ovviamente il browser e i canali.

Il peso è di 570 grammi, ma si indossa con enorme comodità e il nuovo sistema di fettucce in velcro permette di regolare in pochissimi istanti la migliore vestibilità a seconda della forma e delle dimensioni della propria testa.

Le caratteristiche

Sul dispositivo ci sono tre controlli: il tasto accensione, la levetta per regolare la distanza delle lenti (così da vedere al meglio) e poi i tasti per il volume. Il sistema di audio è pulito e avvolgente, ovviamente ha la modalità stereo. In aggiunta, vi sarà un ingresso per il jack così da poter usare le proprie cuffie preferite. La ricarica è permessa dall’ingresso USB-C. Questo, una volta ricaricato al 100%, permette di divertirsi per circa 2 ore, anche più se ci si limita a osservare dei filmati. Sembrerebbe poco, ma bisogna tener presente che le sessioni di gioco in VR sono più brevi rispetto a quelle standard.

La risoluzione per ciascun occhio del pannello inserito in Oculus Quest è 1600×1400, sufficiente ad offrire un’immagine pulita e precisa, senza effetti particolari di ghosting.

I movimenti

I sensori di movimento raccolgono il meglio dei precedenti Oculus Rift e Go, garantendo sei gradi di libertà di movimento (6DoF – 6 Degree of Freedom) senza la necessità di sensori ambientali. Bastano i quattro montati all’interno del visore che vanno a comporre il sistema Oculus Insight. Questo, permette che alcun movimento venisse perso, garantendo un’esperienza paragonabile a quella del Rift. In questo modo si ha tutta la versatilità di un prodotto che si può usare a casa come al parco o in qualsiasi altro spazio. Lo spazio minimo necessario per il suo funzionamento è di almeno 2×2 metri di pavimento libero da ostacoli (per giocare in modalità Roomscale ne basta uno e mezzo).

Prossimamente

Oculus Quest verrà lanciato con una cinquantina di titoli, tra prodotti già noti e altri nuovi. Tra questi troviamo: Angry Birds VR: Isle of Pigs​, Apex Construct​, Immersive VR Education, Beat Saber​, Beat Games, Oculus Studios, Sports Scramble e molti altri ancora.