adv

Il 15 agosto, si festeggia la Santa Maria Assunta, cioè l’Assunzione della Beata Maria Vergine Madre al Cielo. L’Immacolata Vergine, pura e libera da ogni peccato, terminò la sua esistenza terrena e fu assunta in cielo alla Gloria di Dio e così dal Signore fu eletta Regina dell’Universo.

Le Dormitio Virginis e l’Assunzione sono, tra tutte le feste relative alla Vergine Maria, le più antiche. La celebrazione dell’Assunzione di Maria viene esattamente dopo tre mesi dalla celebrazione dell’Ascensione di Gesù Cristo al Regno dei Cieli.

Gesù disse, salendo alla gloria di Dio Padre, “Io vado a prepararvi un posto”, e non è arduo comprendere che quel posto fosse, prima di tutto, una promessa di salvezza e consolazione per sua madre.

Il posto preparato dal Figlio Gesù fu un posto di somma gloria e Maria salì al Regno dei Cieli e alla gloria del Padre e del Figlio immediatamente dopo la morte, corpo e anima, senza che le sue membra venissero toccate dalla consunzione post mortem.

 

A Napoli si dice: “Non ti camperebbe nemmeno l’uovo dell’Ascensione”.
(A chiunque, adulto, bambino o neonato, fosse moribondo. Sarebbe bastato scaldare l’uovo al fuoco e il liquido trasudato avrebbe guarito molti mali).

 

Riflessione del giorno:

La Campania è unica e impareggiabile. Per me l’Italia inizia da Napoli.
(Gérard Depardieu)

 

 

Casimiro Todicchio