Sant'Ubaldo Patrono di Gubbio
adv

Oggi, 16 maggio, ricorre Sant’Ubaldo di Gubbio

Orfano di entrambi i genitori crebbe con uno zio. Si accostò ai Canonici di San Secondo. Nel prosieguo della sua vita difese Gubbio dalla distruzione minacciata da Federico Barbarossa; gli si parò davanti e  Barbarossa, colpito da tanto coraggio, si fermò risparmiando la Città. Morì il 16 maggio 1160 e nel 1190 divenne Santo e Patrono della Città di Gubbio.

Il detto della giornata

A Napoli si dice cosìMeglio nu ciuccio vivo, ca nu duttore muorto (ad un dottore morto è preferibile un asino vivo); si dice alle persone che si indeboliscono, esortandole a stare in forma.

Riflessione del giorno

La società non è un’entità unitaria, ma un contesto di azioni e reazioni.

Casimiro Toddichio