adv

Fabrizio di Toledo, o Fabriciano, fu il primo vescovo di Oport.
È venerato nell’arcidiocesi di Toledo (Spagna), seguendo la tradizione accolta nel Messale mozarabico e nell’appendice al Breviario dello stesso rito, fatti stampare dal cardinale Francesco Jiménez di Cisneros negli anni 1500 e 1506.

La sua festa si celebra nell’ottava dell’Ascensione; il suo nome non figura tra quelli raccolti da Usuardo nell’858 durante il suo viaggio in Spagna.

Il Martirologio Romano redatto da Cesare Baronio afferma che nella Chiesa di Toledo esistevano manoscritti antichi e documenti che lo riguardavano, ma attualmente non si conoscono fonti che documentino l’esistenza di questo santo. Le reliquie del Santo Martire, sono venerate nella chiesa di Sant’Andrea di Chelles, Diocesi di Meaux.

 

A Napoli si dice: “Â altare sgarrupato nun s’appicciano cannele”.
(Ad altare disfatto e cadente non si accendono candele).

 

Riflessione del giorno:

Dai a ogni giornata la possibilità di essere la più bella della tua vita.
(Mark Twain)

 

 

Casimiro Todicchio