santo_del_giorno
adv

Sant’Isidoro è stato un teologo, scrittore e arcivescovo spagnolo. È venerato come santo dalla Chiesa cattolica che lo considera Dottore della Chiesa. Papa Giovanni Paolo II lo ha designato nel 2002 come patrono di Internet e di ci  lavora

Sant’Isidoro nacque a Cartagena nel 560 circa. Perse presto i genitori Severiano e Turtura e venne cresciuto così dal fratello Leandro, che intorno all’anno 600 lo avrebbe avvicendato sul soglio dell’arcidiocesi.

Nel corso del vescovato di Isidoro la Spagna visigotica riconobbe in questa figura una paternità di rinascita culturale e di conservazione dei saperi del passato, che Isidoro racchiuse in compendi ed antologie.

Scrisse molto, su vari argomenti, opere di carattere culturale e dottrinario di scienza, storia, teologia, morale ed esegesi biblica.

Sant’Isidoro riunì, inoltre, diversi concili provinciali tra i quali si ricorda in particolare quello del 633, ossia il quarto Concilio nazionale di Toledo, durante il quale si occupò di uniformare, a discapito dei priscillianisti, le formule liturgiche della regione spagnola. Il Santo morì a Siviglia il 4 aprile 636.

 

 

 

A Napoli si dice: “Me pare …, pigliaje trent’anni”.
Mi sembra …, fu condannato a trent’anni di carcere

 

 

 

Riflessione del giorno: 

Non si può seppellire la verità in una tomba: questo è il senso della Pasqua.
(Clarence W. Hall)

 

 

Casimiro Todicchio