santo_del_giorno
adv

Santa Barbara è la Patrona dei vigili del fuoco, dei marinai e degli artificieri

Santa Barbara, nacque a Nicomedia (Turchia). La fanciulla, il cui padre era conosciuto come uno dei più feroci persecutori dei cristiani, venne educata alle lettere ma si appassionò subito ai misteri cristiani.

Per sentirsi più vicina a Dio, la giovane Santa Barbara chiese che gli venisse aperta una terza finestra nella torre principale del castello ove risiedeva, e da lì rivolgeva le sue preghiere all’Onnipotente.

Ma Dioscoro, padre della Santa, si accorse della devozione della fanciulla e, dopo averla sentita professare il mistero della Croce, ne ordinò la carcerazione proprio all’interno di quella torre ove Santa Barbara usava elevarsi a Dio. La giovane riuscì comunque a scappare per ricevere il battesimo, ma commise l’errore di chiedere ospitalità nella casa di un pastore fedelissimo di Dioscoro che, venuto a conoscenza dell’evasione della figlia, ne denunciò la fede cristiana alle autorità.

Dopo atroci torture, alle quali assistette impassibile il padre, Santa Barbara vienne decapitata proprio per mano di quest’ultimo, divenendo così martire, per la purezza del suo cuore e la sua fede in Dio, nel giorno del 4 dicembre 306.

Il martirio di Santa Barbara, però, non tardò a venir vendicato. Infatti, subito dopo aver compiuto il terribile figlicidio, Dioscoro venne colpito da un improvviso fulmine, che squarciò un cielo del tutto sereno e incenerì all’istante l’empio persecutore.

 

 

A Napoli si dice: “‘A pacienza arriva fin’ ‘a cimma d’ ‘e capille e po’ te lassa”.
La pazienza arriva fino alla cima dei capelli, poi ti lascia.

 

 

Riflessione del giorno:

Le domande non sono mai indiscrete. Lo sono, talvolta, le risposte.
(Oscar Wilde).

 

Casimiro Todicchio