adv

Il 5 settembre il mondo cattolico celebra una delle sante più recenti e figura amatissima dello scorso secolo
Madre Teresa di Calcutta, nata Anjëzë Gonxhe Bojaxhiu, a Skopje, il 26 agosto 1910. Santa Teresa di Calcutta, una religiosa albanese, fondò la congregazione religiosa delle Missionarie della Carità e fu destinataria del Premio Nobel per la pace nel 1979.
La missione della vita di Madre Teresa è stata prendersi cura delle vittime della povertà di Calcutta. Nata in una famiglia benestante, suo padre morì quando aveva 8 anni, facendo ricadere la famiglia in difficoltà economiche.
Dopo aver preso i voti a 18 anni, si trasferì in India dove studiò diverse lingue e iniziò attività di aiuto infermiera. Gli anni della guerra spinsero Madre Teresa a mettersi al servizio dei “più poveri tra i poveri”.
Dal 1948 ebbe l’autorizzazione dal Vaticano ad andare a vivere, da sola, nella periferia della metropoli, in una capanna dove forniva assistenza e istruzione ai bambini.
Dopo l’avvento di numerosi volontari, nel 1950 Madre Teresa fondò la congregazione delle Missionarie della Carità.
Quando ottenne il Premio Nobel per la Pace, Madre Teresa rifiutò il convenzionale banchetto cerimoniale per i vincitori, e chiese che i dollari del premio fossero destinati ai poveri di Calcutta.A Napoli si dice: “Quanno uno s’à da mbriacare è meglio che se mbriacasse de vino buono“.
(Quando ci si deve ubriacare è meglio farlo con del vino buono).Riflessione del giorno:
Dietro ogni linea di arrivo c’è una linea di partenza. Dietro ogni successo c’è un`altra delusione.
(Madre Teresa di Calcutta)Casimiro Todicchio