adv

Grazie all’artista Ryan Mendoza, nel cortile del Palazzo Reale di Napoli sarà ubicata la casa dell’attivista per i diritti civili

Rosa Parks era una donna e una lavoratrice come tante altre negli Stati Uniti degli Anni ‘50, il periodo del grande boom economico del II Dopoguerra. L’unico “problema” era il fatto che vivesse a Montgomery, capitale dell’Alabama, nel profondo sud degli Stati Uniti, dove il razzismo era molto sentito in quegli tempi.

Rosa Parks, madre del movimento dei diritti civili

La Parks era afroamericana e attivista per i diritti civili. Propria a causa di quest’ultima attività la sua vita sarebbe cambiata per sempre il primo dicembre del 1955. Quel giorno, Rosa Parks aveva preso il solito autobus per tornare a casa.

A quell’epoca, gli autobus erano divisi in tre parti: soli bianchi, soli neri e una zona intermedia dove potevano sedere sia bianchi sia neri. In quest’ultima parte, se mancavano i posti per i bianchi, i neri dovevano andare agli ultimi posti, riservati solo a loro.

Fu proprio nella zona intermedia che aveva trovato posto l’attivista dei diritti civili. Dopo tre fermate, la donna fu invitata ad alzarsi per lasciare il posto ad un bianco salito dopo di lei. Rosa Parks rifiutò, per questo motivo fu arrestata e incarcerata. Da allora divenne un simbolo della lotta per  i diritti degli afroamericani.

Almost Home – The Rosa Parks House Project al Palazzo Reale di Napoli 

La Fondazione Morra Greco grazie alla collaborazione della Direzione regionale Musei Campania e al sostegno fattivo della Regione Campania è riuscita a portare l’installazione “Almost Home”, frutto del lavoro dell’artista statunitense Ryan Mendoza, al Palazzo Reale di Napoli.

Quando sarà possibile vederla?

Sarà possibile visitare la casa dell’attivista afroamericana da oggi sino al 6 gennaio, gratuitamente.

L’incredibile lavoro di Ryan Mendoza

La casa di Rosa Parks, ubicata in origine a Detroit fu salvata una prima volta dalla demolizione grazie a sua nipote, Rhea McCauley. Nel 2016 fu acquistata da Ryan Mendoza che la trasportò nel suo giardino a Berlino.

Da allora ha dato vita al progetto “Almost Home – The Rosa Parks House Project“, per mantenere vivo il ricordo di una donna che ha fatto molto per la sua comunità e per tutti gli Stati Uniti.