Papa Francesco a Napoli
Papa Francesco torna a Napoli il 21 giugno. Foto da abilitychannel.tv
adv

Dopo quattro anni dalla sua ultima presenza nel capoluogo campano, Papa Francesco torna Napoli il 21 giugno

Papa Francesco torna a Napoli il 21 giugno dopo 4 anni dalla sua ultima presenza.

Nel 2015 iniziò la sua visita a Pompei per poi recarsi a Scampia. Con la Papamobile viaggiò lungo le strade napoletane, arrivando a Piazza del Plebiscito, al carcere di Poggioreale, dove incontrò e pranzò con i detenuti, al Duomo e alla Rotonda Diaz per un incontro con i più giovani.

Quest’anno, invece, si prevede una visita più breve e meno intensa rispetto a quella di pochi anni fa. Vediamo come si svilupperà la giornata.

Papa Francesco a Napoli: il programma del 21 giugno

Papa Francesco arriverà a Napoli alle 9.00 del mattino del 21 giugno tramite un elicottero che dal Vaticano giungerà al Parco Virgiliano.

Da qui raggiungerà la Casa dei Gesuiti dove ad attenderlo ci saranno: il cardinale Sepe, il sindaco Luigi De Magistris, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il superiore provinciale dei Gesuiti, il preside della Facoltà Teologica e il prefetto della città.

Saranno presenti anche docenti e studenti della facoltà di Teologia, i seminaristi e monsignor Francesco Marino, vescovo di Nola in rappresentanza dei Vescovi Campani.

Invitati anche un numero ristretto di giornalisti.

Dopo l’incontro con i rappresentanti locali, ci sarà alle 12.00 la Lectio del Papa per il Convegno programmato dai Gesuiti e, dopo pranzo, intorno alle 15.00, tornerà in Vaticano.

Sarà, quindi, una visita di breve durata e a carattere assolutamente culturale che si realizzerà esclusivamente nel complesso dei Padri Gesuiti in via Petrarca 115.

Papa Francesco a Napoli
Papa Francesco si recherà presso la Casa dei Gesuiti a via Petrarca. Foto da culto.latercera.com

Papa Francesco a Napoli: cosa parlerà il convegno

Bergoglio si recherà nel capoluogo campano per partecipare alla seconda giornata dell’incontro organizzato dalla Facoltà Teologica dell’Italia meridionale: “La teologia dopo Veritatis gaudium nel contesto Mediterraneo”. Questo è il tema dell’evento nonché dell’intervento del Pontefice.

Padre Pino Di Luccio spiega la natura del convegno a cui parteciperà il Santo Padre:

“Il convegno fa parte di una serie di iniziative che la Sezione San Luigi promuove dal 2016 per elaborare una teologia contestuale sull’interculturalità generata dalle migrazioni. Ci sono i criteri per il rinnovamento degli studi ecclesiastici che delineano l’orizzonte per elaborare una teologia in dialogo con tutti coloro ai quali sta a cuore il pianeta; con coloro che sono impegnati nella costruzione di una società fondata sull’accoglienza, soprattutto delle persone emarginate e deboli e sul rispetto delle differenze; coloro che guardano senza pregiudizi le novità delle società rimodellata dalla convivenza sempre più consistente e diffusa di persone, di religioni e culture diverse”.

L’attenzione agli emarginati

Questa visita conferma l’attenzione di Papa Francesco verso gli ultimi e gli emarginati.

Bergoglio ha sempre dedicato grande attenzione alle persone che vivono ai margini della società. In passato ha affermato che il potere del Papa deve essere il servizio, specie ai più poveri, ai più deboli e ai più piccoli. In quest’ottica, desidera una Chiesa di prossimità, vicina all’umanità e alle sue sofferenze.

Nato a Napoli nel 1983, Francesco De Fazio consegue, con lode, la laurea magistrale nel 2012 in “Comunicazione pubblica e d’impresa” presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e nel 2013, presso lo stesso ateneo, si specializza come “Esperto nell’orientamento scolastico, universitario e professionale”. Nel 2011 ha svolto un tirocinio presso l’Ufficio stampa del Provveditorato alla Opere Pubbliche Campania e Molise, ma la passione del giornalismo continua nel corso degli anni continuando a scrivere per vari giornali online. L’esperienza più significata inizia nel giugno 2012 dove lavora presso il Servizio di Orientamento e Tutorato del Suor Orsola Benincasa. In qualità di Consulente all’Orientamento ha svolto attività di: consulenza e colloqui di orientamento didattico e professionale, promozione di Ateneo, gestione social network, tutor d’aula.