adv

Le regole da rispettare

Possibilità di aprire anche domenica e lunedì, postazioni distanziate di almeno due metri e aree di attesa per i clienti fuori da negozio.
Sono alcune delle linee guida indicate nel documento tecnico, approvato nei giorni corsi dal Comitato Tecnico Scientifico, dell’ Inail e dell’Iss.

Regole di carattere generale” chiarisce l’Inail, sottolineando che il settore interessato è considerato a rischio “medio – alto”.
“Al fine di garantire l’accessibilità ai servizi dopo un lungo periodo di chiusura e in considerazione delle misure da adottare – si legge nel documento – è opportuno prevedere la possibilità  di deroghe ai giorni di chiusura e consentire l’estensione degli orari di apertura dei locali”.

L’Inail indica tutta una serie di “misure organizzative generali” tipo la prenotazione obbligatoria, barriere di separazione tra le varie aree e l’eliminazione di “riviste e ogni altro oggetto che possa essere di utilizzo promiscuo“.

Dovrà essere presa la temperatura ai clienti

Ad ogni cliente sarà consegnata una “borsa sacchetto individuale e monouso per raccogliere gli effetti personali”.
Chiaramente sia per i clienti che per il personale è d’obbligo la mascherina, per  i lavoratori anche l’obbligo di guanti e schermi facciali. Vanno utilizzati grembiuli e asciugamani monouso, così come è obbligatorio sanificare postazioni e strumenti dopo ogni trattamento e predisporre dispenser con soluzioni igienizzanti.

Vengono anche regolamentati i rapporti sociali tra cliente e personale del negozio, “privilegiare la conversazione con il cliente tramite lo specchio e svolgere le procedure rimanendo sempre alle spalle del cliente in tutti i casi possibili”.

Un capitolo del documento tecnico è interamente dedicato agli estetisti

Per i trattamenti del viso che richiedono l’uso del vapore, si dovranno prevedere operazioni alternative e in ogni caso potranno essere fatti solo in locali separati. Dovranno rimanere chiuse saune, bagno turco e vasche idromassaggio e vanno pulite e sanificate le superfici della cabina estetica ad ogni cambio di cliente.

Per i lavoratori è previsto l’uso delle mascherine Ffp2 e Ffp3 e non do quelle chirurgiche.