PlayStation Now, a febbraio la beta in Italia
adv

Pochi giorni ed anche in Italia potremo testare gratuitamente PlayStation Now, servizio streaming di giochi per PS2, PS3 e PS4

 

Lo streaming, ci racconta questa seconda metà degli anni ’10 del 2000, è probabilmente il futuro dell’intrattenimento. Spotify ha rivoluzionato il nostro modo di ascoltare musica, così come Netflix, Amazon Prime Video e simili hanno cambiato il nostro modo di approcciarci all’home video. La rivoluzione che in Italia non abbiamo ancora toccato con mano riguarda, però, il mondo dei videogiochi ed arriva da Sony: si chiama PlayStation Now e sarà disponibile, a breve, anche da noi. Vediamo di cosa si tratta.

Tra presente, passato e futuro

PlayStation Now, in realtà, non è esattamente l’ultimo arrivato. La sua presentazione risale, infatti, al 2014 e già nel 2015 avrebbe dovuto debuttare anche in Europa, salvo poi subire vari slittamenti di data a causa di problemi con i troppi provider presenti nel vecchio continente. Si tratta di un servizio di streaming dedicato ai giochi delle console di casa Sony, dalla PlayStation 2 fino alla PlayStation 4. I giochi potranno, dunque, essere giocati online ma anche scaricati, anche se quest’ultima opzione non dovrebbe essere disponibile per tutti i titoli presenti nel catalogo. Un vero e proprio servizio di noleggio esclusivamente online, dunque, che unisce la sempre più dilagante passione per il retrogaming alla possibilità di usufruire in maniera veloce e temporanea di giochi della generazione attuale.

Come funziona la beta pubblica?

PlayStation Now, dicevamo, è prossimo a sbarcare in Europa (precisamente in Italia, Spagna, Portogallo, Danimarca, Norvegia, Finlandia e Svezia), ma non si tratterà subito di una versione definitiva. A febbraio 2019, infatti, prenderà il via la versione beta pubblica del servizio di Sony, che sarà disponibile solo su PS4 (il servizio completo sarà disponibile anche per PC e, pare, tablet e smartphone). Per prendere parte a questo test bisognerà sottoscrivere con Sony un NDA (accordo di non divulgazione) e seguire le loro istruzioni. Non tutti i richiedenti, purtroppo, potranno testare in anteprima PlayStation Now, ma solo pochi fortunati che riceveranno da Sony la mail che comunicherà loro di esser stati selezionati per partecipare alla beta.

PlayStation Now, veniamo al sodo

Inutile girarci intorno: ciò che tutti ci chiediamo è quale sarà il catalogo che avremo a disposizione una volta sottoscritto l’abbonamento (sui cui costi, per inciso, non è ancora trapelata alcuna notizia). Ebbene, già al calcio d’inizio la sostanza sembra essere molta e di qualità. Parliamo, infatti, di presenze importanti come Red Dead Redemption, Fallout: New Vegas, Mafia III, God Eater, God Of War, The Last Of Us, Bloodborne, Uncharted e tanti altri titoli storici che non stiamo qui ad elencarvi. L’elenco, ovviamente, viene mensilmente rimpinguato da nuove aggiunte che difficilmente deluderanno l’utenza. Un’ultima nota, non poco importante: per usufruire adeguatamente del servizio dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) bastare una connessione da 5 mbps. Anche chi non possiede una connessione superveloce, dunque, non dovrebbe riscontrare problemi. Tutto ciò che resta da fare, ormai, è prenotarsi per la beta e sperare di essere tra i fortunati selezionati da mamma Sony.

Avatar
Nato a Napoli il 29/06/1993, la passione per la scrittura e per la tecnologia crescono in lui quasi pari passo: questa duplice natura lo porta a frequentare la facoltà di Ingegneria Chimica e contestualmente a coltivare le proprie velleità di scrittore. Comincia a collaborare con PSB nel giugno 2018, sperando di trovare in quest’esperienza il perfetto connubio di questi due animi.