Società_Sportiva_Calcio_Napoli_1986-87 (Fonte Wikipedia)
Società_Sportiva_Calcio_Napoli_1986-87 (Fonte Wikipedia)
adv

Inizia la nuova rubrica dal titolo “Pillole di Storia”. In questo primo articolo parleremo del primo scudetto del Napoli

La Storia è vasta, simile ad un Oceano. Grazie a Clio, la celebre Musa della Storia, possiamo parlare e conoscere di tutto. Con questa nostra nuova rubrica, curata da me (Alessandro Maria Raffone), parleremo di fatti curiosi occorsi o durante il giorno nel quale esce l’articolo (il venerdì) oppure durante la settimana appena trascorsa.

Oggi inizieremo ricordando il primo scudetto vinto dalla Società Sportiva del Calcio Napoli nel lontano 1987.

Il Primo scudetto del Napoli

Il Calcio Napoli e tutti i tifosi partenopei stavano aspettando da molto tempo di conquistare per la prima volta il massimo campionato di calcio italiano: la celebre Serie A.

Il primo è stato, per l’appunto, il campionato 1986-1987. La data fondamentale è il 10 maggio 1987, giorno nel quale avvenne la conquista matematica con un pareggio, avvenuto allo Stadio San Paolo, con la Fiorentina (rete iniziale di Roberto Baggio e pareggio di Andrea Carnevale).

In questo modo, il Napoli riuscì a mantenere i 4 punti di distacco nei confronti della Juventus e dell’Inter.

La Coppa Italia

La stagione calcistica 1986-1987 vide anche la vittoria del Napoli in Coppa Italia. Solo la Juventus e il Grande Torino erano riusciti a vincere, nello stesso anno, lo Scudetto e la Coppa.

Tutte le partite di Coppa Italia furono vinte dai partenopei, incluse l’andata e il ritorno della finale disputata contro l’Atalanta.

Il team vincente

Allenatore era il bresciano ed ex calciatore Ottavio Bianchi. La rosa dei record era formata (in ordine alfabetico) da: Salvatore Bagni, Tebaldo Bigliardi, Giuseppe Bruscolotti, Luigi Caffarelli, Andrea Carnevale, Antonio Carannante, Costanzo Celestini, Fernando De Napoli, Raffaele Di Fusco, Ciro Ferrara, Moreno Ferrario, Massimo Filardi, Claudio Garella, Bruno Giordano, Davide Lampugnani, Diego Armando Maradona, Raimondo Marino, Ciro Muro, Alessandro Renica, Francesco Romano, Luciano Sola, Giuseppe Volpecina, Pietro Puzone.

 

Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.