Processo Ruby
Processo Ruby
adv

Nel processo Ruby bis la Cassazione conferma le condanne all’ex giornalista e a Nicole Minetti, consigliera Pdl all’epoca dei fatti.

Ruby bis

Confermate in via definitiva le condanne a Emilio Fede e Nicole Minetti. Per l’ex giornalista saranno 4 anni e 7 mesi di reclusione, mentre per l’ex consigliera saranno 2 anni e 10 mesi. Secondo la Corte d’Appello di Milano che ha emesso la sentenza del Ruby bis, le difese portate dai due imputati erano inammissibili, così Fede e Minetti hanno visto le proprie condanne inalterate.

Emilio Fede

I reati comprovati dalle accuse per l’ex direttore di Tg4 che, dopo esser stato licenziato, ha anche tentato un’estorsione ai danni di un dirigente della rete Mediaset con fotografia fasulle, sono di favoreggiamento della prostituzione e tentativo di induzione.

Emilio Fede dovrebbe scontare la condanna in carcere, visto che essa supera il periodo di 4 anni, ma probabilmente la difesa farà domanda per i domiciliari concessi agli ultrasettantenni non colpevoli di reati ostativi.

Le parole di Fede

Visibilmente infastidito dalla sentenza, l’ex giornalista ha dichiarato: “Mi viene da ridere. Intanto devo scegliere dove fare gli arresti domiciliari, se a Roma, a Napoli, a Capri o a Milano.” Delusione decisamente poco velata per un uomo che continua a dichiararsi innocente.

Nicole Minetti

Nicole Minetti era, secondo l’accusa, il tramite tra le ragazze e Berlusconi ed era il motivo per il quale esse potevano entrare nella villa. Tra queste ragazze, ricordiamo, ci sarebbe potuta essere anche Imane Fadil, le cui dichiarazioni dopo essersi costituita parte civile sono state fondamentali per colmare i buchi del primo processo.

Per lei la possibilità di fare richiesta di affidamento in prova ai servizi sociali, cosa che è già stata confermata dagli avvocati e dalla stessa ex consigliera.

Imane Fadil

La giovane modella marocchina, morta lo scorso 1 marzo, è stata il teste essenziale per chiudere il cerchio in un processo che ha sconvolto gran parte del panorama politico e dello spettacolo.