Arma dei Carabinieri
adv

COMUNICATO STAMPA

In data odierna i Carabinieri della Stazione di Boscoreale, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Torre Annunziata, su richiesta di questa Procura della Repubblica, hanno proceduto all’arresto di un uomo di Boscoreale, gravemente indiziato del reato di cui all’articolo 73 DPR309/90 per aver effettuato plurime cessioni di sostanze di stupefacenti, del tipo “hashish” e “marijuana”, a diversi acquirenti nell’area vesuviana, attraverso consegne “a domicilio”.

Le cessioni della sostanza stupefacente, secondo quanto emerso dalle indagini condotte dai carabinieri e coordinate da questa Procura della repubblica, avvenivano previo contatto telefonico, utilizzando anche utenze “dedicate” ai soli contatti con il pusher e facendo ricorso al linguaggio criptico.

Lo stupefacente veniva convenzionalmente indicato come “caffè”, oppure come “silicone”, o veniva fatto riferimento a della “pittura verde” necessaria per i lavori di un locale.

L’attività investigativa svolta, basata su intercettazioni telefoniche, servizi di osservazione e pedinamento e riconoscimenti fotografici, è stata suffragata da specifici riscontri oggettivi, con il sequestro di oltre 1 chilogrammo di “marijuana” e di 198 grammi di “hashish”.

L’uomo destinatario del provvedimento, all’esito delle formalità di rito, è stato associato alla Casa Circondariale di Napoli Poggioreale.

 

Torre Annunziata, 28 novembre 2020