Intervista ad Alessandro Maria Raffone
adv

Il nostro articolista Alessandro Maria Raffone racconta la sua esperienza presso la PSB Privacy e Sicurezza in un’intervista a Canale 695

Di seguito, riportiamo un sunto di quanto raccontato della nostra esperienza su PSB Privacy e Sicurezza al Canale 695, che qui ringraziamo per averci ospitato nella loro televisione.

logo PSB Privacy e Sicurezza

PSB Privacy e Sicurezza

Buongiorno, mi chiamo Alessandro Maria Raffone e lavoro nel giornale PSB Privacy e Sicurezza da più di un anno ormai. Sono molto fortunato perché faccio un lavoro che adoro in una redazione molto unita e compatta.

Sono il Caporedattore, una sorta di braccio destro del Direttore (Antonio Cartagine). Mi occupo di diversi argomenti: dalla cronaca al cinema, dai fumetti alla politica.

PSB Privacy e Sicurezza è nato come giornale tematico sulla tecnologia a 360°. Ben presto, ci siamo resi conto che ci stava un poco stretto parlare solo di tecnologia, volevamo guardare verso nuovi orizzonti, occuparci di altro.

Consigli su come scrivere su un giornale

Attualmente, io e i miei colleghi scriviamo su diversi temi, con un occhio sempre rivolto al lettore e alla verità, sempre nostro punto di riferimento.

Proprio la ricerca della verità deve essere il pilastro dell’attività di ogni buon giornalista. È un lavoro che bisogna sentire dentro, una sorta di vocazione.

Se volete, posso darvi qualche consiglio su come deve scrivere un giornalista: saper scrivere in maniera semplice ma chiara; scrivere di ciò che si conosce (nel caso, bisogna sempre prima documentarsi); sapere a chi si sta scrivendo e non essere troppo prolissi.

Per una maggiore chiarezza vostra e di chi vi leggerà, suddividete il vostro articolo in paragrafi (ognuno con il proprio titolo). Rileggete il testo, prima di pubblicarlo, anche due o tre volte. Così eviterete errori dovuti alla distrazione o potrete limare un periodo.

Differenza tra giornalista professionista e giornalista pubblicista

Per diventare giornalisti professionisti, cioè a tempo pieno, bisogna aver realmente esercitato “in modo esclusivo e continuativo un corso-online-di-giornalismo-e-web-journalism”. Oltre a ciò, è necessario aver svolto 18 mesi di praticantato in un giornale (registrato presso il Tribunale Civile) o dopo la frequenza biennale di una delle scuole di giornalismo riconosciute dall’Ordine dei Giornalisti (OdG).

Per diventare giornalisti pubblicisti, occorre documentare all’OdG la pubblicazione regolare (mese dopo mese), retribuita con ricevuta fiscale (ritenuta d’acconto), di circa 60-70 articoli (secondo regole regionali), su testate riconosciute dalla legge in due anni di attività.

Un ultimo consiglio, se mi permettete è questo: siate sempre umili e siate desiderosi di conoscere.

Se questa nostra chiacchierata vi è piaciuta, seguiteci sulla nostra pagina PSB Privacy e Sicurezza.

Contattateci sulla nostra mail: redazione@psbprivacyesicurezza.it

 

 

Avatar
Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.