adv

Il progetto voluto dal comune di Accadia, in provincia di Foggia,  consiste nella realizzazione di una statua della Madonna del Carmine alta 32 metri e posizionata sul Monte Crispignano

Monte Crispiniano o monte Crispignano è una montagna situata nella parte meridionale dei Monti dauni, la cui altitudine (1105 metri) è tra le più elevate della Puglia.

Le parole del sindaco:

“PREMESSO che l’Amministrazione Comunale, che ho l’onore di rappresentare, ha espresso la volontà di realizzare un progetto per una scultura dedicata alla Madonna del Carmine che raffiguri la Santa Vergine con il Bambino Gesù; o che la scultura sarà realizzata in lastre di pietra di peperino di spessori di 20 cm, con struttura d’acciaio 316 con adeguati sistemi antisismici, termici e meccanici e sarà alta 32 metri – posta su un plinto di 8 metri in cemento armato antisismico rivestito in tutta la sua superficie in pietra di Peperino; o che la statua in questione della Madonna sarà collocata in cima al monte Crispignano vicino al Santuario della Madonna del Carmine dove sarà vista a distanza da diversi paesi limitrofi e sarà illuminata a LED alimentati da un pannello solare in modo che la scultura si possa vedere anche di notte diventando una scultura di luce.”

Il Modellino

Il progetto si svilupperà, inizialmente, in uno studio preliminare tramite un modello di legno multistrato in scala 1/20 dove verrà progettato il profilo del soggetto che dovrà essere realizzato.

La giunta delibera:

  1. Di dare atto che l’Amministrazione Comunale ha prescelto intuitu personae per le sue qualità artistiche di indubbia fama lo scultore Giorgio Butini da Firenze, che dovrà occuparsi di tutte le fasi del progetto/modello in scala, fornendo il modello stesso al termine delle attività.
  1. Di stabilire, il rimborso spese sostenuto dallo scultore Giorgio Butini da Firenze, stimato in maniera forfettaria, in € 3.000,00 (materiali – noleggio – attrezzature – viaggi – manodopera, ecc.) per la costruzione del modello che verrà eseguito tramite lastre di legno in multistrato, come in precedenza specificato;
  1. Di impartire apposito atto di indirizzo all’ufficio tecnico comunale per il formale impegno e liquidazione della spesa di € 3.000,00 oltre oneri di legge se dovuti;