foto proloco vieste
foto proloco vieste
adv

Quest’anno la Puglia, oltre ad essere la regione più bella al mondo, si vanta delle sue meravigliose ed incontaminate spiagge, tra le più belle d’Italia

Il Gargano, noto anche come Sperone d’Italia, coincide con l’omonimo promontorio montuoso che si estende nella parte settentrionale della Puglia e corrisponde alla parte orientale della Provincia di Foggia.

Top Five spiagge da sogno

Baia delle Zagare, Mattinata. E’ una spettacolare insenatura, simbolo della costa garganica, che a pochi metri dalla riva mostra un mare color smeraldo su una vegetazione lussureggiante mediterranea.

Baia di Vignanotica, Mattinata. E’ composta da un’incantevole falesia calcarea e da un mare cristallino. Presenta una spiaggia di sabbia mista a ghiaia e ciottoli di pietra.

Porto Greco di Vieste è raggiungibile solo via mare o a piedi e si identifica dalle sue profonde falesie a picco su un mare da favola.

Cala di San Felice di Vieste. Dopo la testa del Gargano si fa spazio, in una profonda insenatura, sovrastata dall’omonima Torre, un tratto di costa scolpito dalla natura: un arco  scavato nella roccia del mare.

Spiaggia Zaiana di Peschici. E’ desiderata da chi ama un mare poco impegnativo e con ogni comfort. Spiaggia ottima per serate in riva al mare.

Il borgo di Vieste

Il borgo antico di Vieste, di origine  medievale è costituito da casette bianche, piazzette, scalinate, vicoli brulicanti di botteghe artigianali, ristoranti all’aperto e locali alla moda. La città di Vieste, oltre ad essere uno dei grandi centri turistici di maggior livello del Gargano, è anche fra le più antiche città della Daunia.

spiagge
Foto proloco Vieste

Il mare di Vieste è stato più volte insignito della famosa bandiera blu e i suoi ricchi fondali sono meta di amanti delle immersioni. Grazie alla sua fortunata posizione geografica, alcune zone costiere come Punta Lunga Baja Molinello e crovatico sono ideali per il surf, vela, kitesurf e windsurf. Di fronte alla città verso la punta di Santa Croce, si trova l’isolotto di Sant’Eufemia sul quale sorge il faro di Vieste risalente al 1867.