Arma dei Carabinieri
adv

Napoli, quartiere Vicaria: rapinano una donna e picchiano il titolare del bar che ha tentato di difenderla. Poi gli devastano il locale. 39enne arrestato dai carabinieri, caccia ai complici

Ha sentito un trambusto provenire dall’esterno del suo bar: tre ragazze urlavano perché ad una di loro era stato appena sottratto il telefono cellulare. E’ intervenuto per difenderle e si è visto aggredire da tre uomini di origini maghrebine che gli hanno anche devastato l’area esterna del locale. Rifugiatosi all’interno del bar, non gli è restato altro che chiedere aiuto ai carabinieri.

Intervento dei Carabinieri

I militari del nucleo operativo della Compagnia di Napoli stella hanno così arrestato per rapina, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale Hamza Seridi, 39enne di origine algerina già noto alle forze dell’ordine.
Allertati dal 112, hanno raggiunto l’esercizio commerciale di Piazza Principe Umberto I nel quartiere Vicaria. Ad attenderli il 39enne che – ancora agitato e pronto ad affrontarli – stava danneggiando il locale: risoluto l’intervento dei Carabinieri che dopo una breve colluttazione lo hanno bloccato ed arrestato.

L’eroe della Vicaria 

Una volta riportata la calma i militari hanno scoperto che Seridi, insieme a due complici poi fuggiti, aveva poco prima sottratto lo smartphone ad una turista brasiliana nel bar insieme a due amiche. Il titolare del bar ha tentato di difendere le giovani donne ed è stato aggredito e “punito” con la devastazione dell’area esterna del locale.
Il 39enne è stato tradotto al carcere in attesa di giudizio. Continuano le indagini per identificare i complici.