Ospedale Cardarelli
adv

I giudici della Corte di Appello di Salerno hanno sospeso i risarcimenti dovuti ad una ragazza tetraplegica

L’Ospedale partenopeo Antonio Cardarelli ha richiesto la sospensione dei pagamenti volti al risarcimento di 3 milioni di euro dovuti ad Arianna Manzo (ora 15enne) che subì gravi danni neurologici in questo ospedale all’età di tre mesi. Da quel momento è sorda, ipovedente e tetraplegica.

La sentenza della Corte

La Corte di Appello di Salerno ha accolto la richiesta del Cardarelli, mentre in primo grado l’ospedale era stato condannato al risarcimento sopra citato. 

Tra le motivazioni esposte a sostegno della sentenza vi è il pericolo, da parte dell’Antonio Cardarelli, di vedersi esposta al rischio di non poter recuperare la somma erogata in caso di esito favorevole del processo. Cifra considerata comunque elevata.  

Il possibile intervento di Vincenzo De Luca 

In questa vicenda potrebbe intervenire Vincenzo De Luca, Governatore della Regione Campania, che, come annunciato da Napoli, auspica una transazione entro fine mese. 

Campania, si riapre a breve? Ecco le prospettive
Vincenzo De Luca

Sciopero della fame da parte della famiglia della ragazza tetraplegica

Da sabato 11 luglio la famiglia Manzo è in sciopero della fame a causa della sentenza recentemente emessa dalla Corte di Appello di Salerno.