RapidSOS iPhone ti salva la vita e svela la tua posizione ai soccorsi
adv

La nuova funzionalità RapidSOS è in arrivo con iOS 12. Rivelerà ai soccorritori la posizione di chi ha effettuato chiamate di emergenza

Aggiornamento iPhone a iOS 12 con RapidSOS: come funziona

I possessori dell’iPhone potranno presto essere localizzati con maggiore sicurezza dai soccorritori, in caso di richiesta d’aiuto. È lo stesso CEO di Apple, Tim Cook, a rivelare la notizia agli organi di stampa. Si tratta di una funzionalità connessa al rilascio, negli Stati Uniti, della nuova versione iOS 12, che avverrà nel prossimo mese di settembre. Sfruttando il servizio RapidSOS, i soccorritori potranno conoscere la posizione precisa di chi ha effettuato la chiamata di emergenza. Ciò avverrà incrociando i dati della geo-localizzazione dello smartphone tramite GPS, della connessione Wi-Fi e dell’aggancio del segnale alla più vicina torretta di ricezione.

RapidSOS viola la privacy degli utenti?

Questa nuova funzionalità sarà integrata nel nuovo sistema operativo iOS 12, limitatamente all’utenza iPhone degli Stati Uniti, almeno in questa fase iniziale. Come spiegato da Cook, il sistema di rete fissa americano è in gran parte obsoleto e questo rende difficoltoso rilevare con esattezza la posizione di chi ha effettuato una chiamata d’emergenza. Per questo motivo appare opportuno implementare una funzionalità di questo tipo sui dispositivi mobile, ormai diffusi in maniera capillare e in grado di sfruttare le tecnologie più avanzate. L’aggiornamento alla più recente versione del sistema operativo riguarderà i possessori di iPhone 5s e modelli successivi.

Nessun problema per quanto riguarda la sicurezza e la privacy degli utenti: la condivisione dei dati relativi alla posizione sulla piattaforma RapidSOS avverrà solo in associazione a chiamate al 911, il numero per le chiamate d’emergenza americano.

RapidSOS iPhone ti salva la vita e svela la tua posizione ai soccorsi

RapidSOS arriverà in Italia?

In Europa e in Italia iOS 12 verrà lanciato, per ora, senza RapidSOS, ma non è affatto da escludere che ciò non avvenga nell’immediato futuro. Nel frattempo, tramite la funzionalità “Advanced Mobile Location”, è possibile condividere la propria posizione con i numeri di emergenza che supportano questo tipo di tecnologia, già a partire dalla versione iOS 11.3. Nel nostro paese, ad esempio, le chiamate d’emergenza al numero 112 supportano questo tipo di funzionalità, basato sulla localizzazione dello smartphone da cui si effettua la chiamata, incrociando i dati della connessione GPS e Wi-Fi, con buoni risultati.