Realtà Virtuale..
adv

La Realtà Virtuale, diventa un esempio lampante del solido rapporto creatosi tra giovani lavoratori e nuove tecnologie

L’ascesa della VR (Realtà Virtuale) ha attraversato fasi altalenanti, contribuendo a rilanciare e migliorare la qualità dei servizi offerti in diversi settori.

L’esordio positivo nel mondo dei videogames, è stato il trampolino di lancio perché la VR, entrasse in maniera preponderante nella vita delle persone.

VR..

Dopo le notevoli esperienze compiute nel settore della formazione, dell’arte, dei trasporti ecc.. è finalmente approdata nel mondo dell’industria 4.0, consolidando il rapporto tra nuove tecnologie e giovani in cerca di lavoro

Ford e la Realtà Virtuale

La nota casa automobilistica, Ford, per avvalersi della Realtà Virtuale, si è affidata all’azienda Gravity Skretch. Ford intende usufruire della VR nella fase di progettazione delle auto; la compagnia, inoltre, già utilizza l’innovativo servizio per permettere ai propri clienti, di compiere esperienze virtuali di guida.

Ford Mustang..

La VR, in fase di progettazione, consente di avere una visione a 360 gradi dell’automobile mentre viene creata. I blocchi degli schizzi in 2D sono  sostituiti da cuffie e controller, per immergere completamente gli sviluppatori nel progetto. Le interazioni gestuali permettono, inoltre, di replicare le bozze ultimate con carta e penna.

Il cliente prima di tutto

Gravity Skretch offre, infine, la possibilità di ricreare interamente una persona e posizionarla all’interno dell’automobile, per garantire ulteriori sicurezze in campo di comfort e design. Ciò incontra perfettamente i desideri di Ford, che, per la nuova campagna, vuole porre completamente i suoi clienti al centro della creazione delle automobili.

Ford, con l’utilizzo della VR, si pone principalmente 2 obbiettivi: aumentare e migliorare la qualità dei servizi offerti, semplificando inoltre le fasi di progettazione; incentivare i giovani a specializzarsi nelle nuove tecnologie, terreno fertile per la creazione di nuovi posti di lavoro. Il connubio tra lavoro, giovani e tecnologia risulta chiaramente una delle straordinarie possibilità offerte della quarta rivoluzione industriale.