Arma dei Carabinieri
adv

A Napoli, Rione Sanità: controlli a tappeto e presìdi dei Carabinieri dopo il colpo inferto al Clan Mauro. 2 le persone denunciate

Continuano i controlli dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli nel Rione Sanità, recentemente teatro di un’operazione che ha portato all’arresto di 4 persone, ritenute gravemente indiziate del delitto di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso e dalla finalità di aver agevolato le attività illecite del Clan Mauro.

Rione Sanità

In questi giorni, quello dei Carabinieri è un controllo a 360° gradi: oltre alla criminalità organizzata, l’attenzione è anche su tutti gli altri aspetti, tra questi il controllo del territorio e la prevenzione dei reati.
I militari, insieme a quelli del Reggimento Campania e a quelli della sezione motociclisti del Nucleo Radiomobile di Napoli, hanno controllato complessivamente 83 persone – 32 quelle già note alle FF.OO. – e 49 veicoli.
21 le contravvenzioni al cds notificate per sanzioni pari ad oltre 33mila euro: 10 i veicoli sequestrati.
2 le persone denunciate per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio – un 28enne e un 24enne, entrambi del posto e già noti alle FF. OO. Rinvenuti nelle loro disponibilità 7 dosi di marijuana opportunamente occultate tra le fessure dei vicoletti, caratteristici del rione, dove diventa molto difficile intervenire grazie a un collaudato sistema che prevede “pali” o consegne a domicilio dello stupefacente.
I controlli continueranno anche nei prossimi giorni.