Europa League Napoli
Europa League, il Napoli ai quarti di finale
adv

Terminata la partita di ritorno degli ottavi di finale di Europa League tra Salisburgo e Napoli: passano gli azzurri

Dopo l’ottima prestazione della gara d’andata il Napoli passa il turno dopo qualche sofferenza di troppo. La qualificazione ai quarti di Europa League non è mai stata a rischio, ma mister Ancelotti dovrà correggere gli errori di leggerezza e di superficialità della squadra.

Da segnalare la prestazione di Milik, ancora a segno, e di Fabian Ruiz in un grande momento di forma.

L’analisi della partita

La partita inizia con una novità dell’ultimo minuto: Mertens al posto di Insigne. Per il capitano azzurro un risentimento muscolare durante il riscaldamento, neanche panchina per lui.

Inizio molto aggressivo, come si sospettava, del Salisburgo che cerca di giocarsela nella metà campo del Napoli. Dopo un rinvio da brivido di Meret, il Napoli tenta di proporsi in attacco e dopo un calcio d’angolo, Fabian Ruiz mette in mezzo ma Milik sfiora soltanto la palla di testa senza creare problemi al portiere austriaco.

Il gol arriva al 13° grazie a una buona azione sulla sinistra di Mario Rui e sul suo cross respinto molto male dalla difesa del Salisburgo, Milik in mezza rovesciata realizza la rete del vantaggio.

Il vantaggio sprona il Napoli in attacco e al 16° Mertens tenta il gol con un colpo di testa non molto preciso.

Al 24° grave errore di Allan che sbaglia un passaggio elementare e il Salisburgo ne approfitta con il bomber Dabbur che realizza il gol del pareggio.

Il Napoli cerca di reagire e al 26° Milik non aggancia in area di rigore, ma subito dopo un gran tiro da fuori di Fabian Ruiz colpisce il palo.

Dalla mezz’ora del primo tempo il Salisburgo sembra aver preso coraggio e al 36° è pericoloso su calcio d’angolo con il difensore Onguene.

Al 42° bella giocata di Minamino, ma il suo tiro non impensierisce Meret.

Il primo tempo finisce con il risultato di 1-1.

Il secondo tempo inizia subito con il Napoli pericoloso al 47° con Zielinski, ma la sua conclusione è deviata dalla difesa in calcio d’angolo.

Brivido per il Salisburgo al 57° dove un tiro-cross di Mertens mette in difficoltà Walke.

La squadra austriaca, però, non si perde d’animo e tenta di rendersi pericolosa, ma riesce solo a ottenere una serie di calci d’angolo.

Il continuo attacco della squadra della Red Bull porta i suoi frutti con un bel gol al 64° in scivolata del neoentrato Gulbrandsen. La rete segnata esalta la squadra di casa che continua ad attaccare e a rendersi pericolosa.

Il Napoli tenta la reazione con Mertens che da buona posizione spara alto e continua così il suo digiuno dal gol.

Al 75° un’altra tegola in casa Napoli esce, per infortunio, Chiriches e senza Koulibaly, Albiol e Maksimovic, al centro della difesa viene dirottato Hysaj.

Palo clamoroso di Dabbur al 86°.  Gli austriaci non si vogliono arrendere.

Dopo tante occasioni arriva il terzo gol, a segnare è Leitgeb.

Nonostante i continui attacchi del Salisburgo, la partita finisce con il punteggio di 3-1.

Europa League Napoli
Ancelotti, soddisfatto dopo il passaggio del turno

 Il tabellino

SALISBURGO (4-3-1-2): Walke; Lainer, Ramalho, Onguene, Ulmer; Mwepu (58° Gulbrandsen), Samassekou, Szobozslai (73° Leitgeb); Wolf; Minamino (85° Haland), Dabbur. All. Rose

NAPOLI (4-4-2): Meret; Hysaj, Chiriches (77°Malcuit), Luperto, Mario Rui; Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Zielinski (73°Diawara); Mertens (87°Younes), Milik. All. Ancelotti

MARCATORI: 13° Milik, 24° Dabbur, 64° Gulbrandsen, 91° Leitgeb

AMMONITI: 41° Onguene, 43°Milik, 56° Samassekou,