paypal
adv

È stato dato il via negli Stati Uniti ad un nuovo aggiornamento di Samsung Pay, che consentirà agli utenti di pagare utilizzando anche PayPal

È ormai da tempo che sia Apple che Samsung hanno lanciato, prima negli Stati Uniti e poi anche in Europa, un servizio di pagamento attraverso il proprio cellulare, i quali servizi hanno preso rispettivamente il nome di Apple Pay e Samsung Pay. L’operazione è stata possibile grazie ad una serie di accordi siglati dalle aziende con le principali banche mondiali e con gli istituti di credito, che continuano a rinnovare ancora oggi. L’obiettivo di questo progetto è quello di offrire ai propri utenti la possibilità di poter uscire tranquillamente senza le carte di credito nel portafogli, dal momento che, per effettuare qualunque pagamento, basta utilizzare il proprio smartphone.

PayPal e Samsung

In questo scenario è, però, sempre risultata evidente l’assenza di PayPal, società californiana che mette a disposizione dei propri clienti servizi di pagamento digitale e di trasferimento di denaro attraverso Internet.

Un primo tentativo di colmare questo vuoto fu proposto circa un anno fa quando Samsung e PayPal dichiararono di aver stretto un accordo con il quale sarebbe stato possibile, attraverso Samsung Pay, portare a termine i pagamenti utilizzando PayPal. Dopo aver però annunciato la collaborazione non si sono avute più notizie fino ad oggi.

È, infatti, trascorso un anno e finalmente Samsung Pay ha dichiarato di avere integrato nelle proprie modalità di pagamento PayPal; questa possibilità, per il momento, è disponibile solo negli USA, non è stato chiarito se e quando potrebbe essere esportato anche nel resto del mondo.

Secondo i primi comunicati sarà sul Galaxy S8 che verrà lanciato questo primo aggiornamento di Samsung Pay, al quale, successivamente, seguiranno anche gli altri modelli del colosso coreano.

Quali saranno i vantaggi di questo nuovo sistema?

L’introduzione in Samsung Pay di PayPal darà la possibilità agli utenti di effettuare pagamenti attraverso il proprio conto PayPal senza dover quindi inserire i dati delle proprie carte di credito o dei propri conti correnti, garantendo in questo modo, una maggiore sicurezza.

Pare che il lancio negli USA verrà utilizzato da Samsung come banco di prova, anche perché non sono state rilasciate notizie in merito alla diffusione di questo sistema nel resto del mondo, per cui non è possibile prevedere quando potrebbe sbarcare in Italia. Si spera, però, di non dover aspettare un altro anno ancora.

Sebbene i tempi di attesa degli utenti Samsung sembrano essere ancora molto lunghi, questi non potranno affatto essere per nulla paragonabili ai clienti Apple, dal momento che l’azienda fondata da Steve Jobs e PayPal non sono affatto in buoni rapporti. Nel 2014, infatti, le due società arrivarono addirittura a criticarsi reciprocamente in pubblico, rilasciando diverse dichiarazione, il che ci fa ampiamente supporre che un’eventuale possibilità di accordo tra le due sia davvero molto poco realistica, almeno per il momento.