Samsung presenta uno smartphone pieghevole quadrato
adv

Samsung prosegue sulla strada dei dispositivi pieghevoli, cercando di rimediare alle dimensioni ingombranti del Fold

Il Samsung Galaxy Fold è un dispositivo tanto rivoluzionario quanto controverso: se l’idea dello smartphone pieghevole circolava nell’ambiente ormai da anni, infatti, gli utenti sembrano non esser stati convinti appieno dalla declinazione che Samsung ha dato all’idea, partorendo un telefono sì pieghevole ma probabilmente eccessivamente ingombrante una volta aperto (nonostante l’idea di fondo, e cioè quella di approfittare della pieghevolezza per offrire uno smartphone dalle dimensioni di un vero e proprio tablet, sia tutto sommato lodevole). La casa giapponese sembra allora aver fatto tesoro dell’esperienza, ed è pronta ad offrire ai propri utenti una valida alternativa.

Pieghevole sì, ma anche tascabile

Durante l’ultima conferenza degli sviluppatori Samsung ha diffuso un video che mostra il prototipo di un nuovo smartphone che sembra effettivamente replicare il concetto espresso con Galaxy Fold, con una differenza però non da poco: il nuovo smartphone (Galaxy Fold 2? Non v’è ancora certezza sul nome) non tenterà più di far entrare un tablet nelle vostre tasche, quanto piuttosto di rendere più maneggevole l’esperienza d’utilizzo di un normale smartphone.

Il device in questione, infatti, sembrerebbe avere dimensioni effettivamente nella norma, con in più la comodità di potersi ripiegare nella sua interezza in un perfetto e tascabilissimo quadrato. Un fattore che sembrerebbe quindi strizzare l’occhio ai vecchi telefoni cellulari a conchiglia dell’era pre-smartphone, che tanto bene stazionavano nelle nostre tasche nonostante uno spessore che, ad oggi, è ovviamente solo un brutto ricordo.

“Questo nuovo fattore forma che stiamo esplorando non solo entrerà facilmente nelle vostre tasche, ma cambierà anche il modo in cui usate lo smartphone” ha dichiarato un soddisfatto Hyesoon Jeong, capo ricerca e sviluppo di Samsung, ribadendo quindi le intenzioni dell’azienda nel mettere in commercio il nuovo dispositivo.

La risposta di Samsung a Motorola?

Le tempistiche con cui Samsung ha annunciato la produzione del nuovo device sembrano, in realtà, non essere del tutto casuali: solo alcuni giorni fa, infatti, Motorola ha praticamente annunciato di essere prossima a presentare l’attesissima riedizione dello storico Moto RAZR V3, telefono iconico dei primi anni 2000 famoso per il suo design sottilissimo.

Nonostante non ci siano ancora immagini a disposizione del nuovo smartphone targato Motorola è probabile, visto il modello di partenza, che l’aspetto possa effettivamente ricalcare quello mostratoci ora da Samsung, e cioè un telefono dalle dimensioni convenzionali che farà però dell’essere pieghevole e sottile il suo principale punto di forza.

Ci stiamo affacciando su quella che sarà probabilmente una nuova fase della smartphone war: per alcuni anni abbiamo assistito ad un continuo incremento delle dimensioni degli schermi, fino a rendere lo smartphone medio qualcosa di tanto potente quanto poco maneggevole. Probabile, allora, che sia quello della tascabilità il nuovo campo di battaglia sul quale si sfideranno le grandi case produttrici. Motorola e Samsung sono pronte a dire la loro: non resta che attendere gli altri sfidanti.