San Gennaro Vesuviano
Un uomo ha lanciato giù dal balcone la figlia.
adv

Omicidio a San Gennaro Vesuviano in provincia di Napoli,  un padre uccide la figlia e tenta il suicidio

Tragedia a San Gennaro Vesuviano, nel napoletano, dove un padre ha lanciato la figlia di 16 mesi dal balcone posto al secondo piano di un appartamento: per la bambina non c’è stato nulla da fare, l’altezza da cui è caduta non le ha lasciato scampo.

Dopo il gesto, il padre ha tentato il suicidio: è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Cardarelli di Napoli.

I motivi del gesto

Ancora poco chiare le dinamiche e i motivi del gesto, sembrerebbe che l’uomo, residente in via Cozzolino a San Gennaro Vesuviano, fosse in casa con la moglie e dopo che lei si è allontanata ha commesso il delitto.

Tra marito e moglie, secondo primi accertamenti, ci sarebbero stati dei problemi: la coppia, sembrerebbe, fosse sul punto di separarsi.

La tragedia è avvenuta intorno a mezzogiorno. I medici giunti sul luogo hanno solo potuto constatare il decesso della bambina, mentre  il padre è stato portato urgentemente all’ospedale.

Sul caso stanno indagando i Carabinieri per chiarire l’accaduto. Sarà sentita sicuramente la moglie  per capire il folle gesto del marito.

Ancora una volta siamo qui a commentare un gesto del genere, un altro omicidio e ancora una volta ci chiediamo come mai nessuno si è accorto o abbia notato dei segnali strani nel comportamento dell’uomo nei giorni precedenti.