Non più San Valentino, febbraio è il mese del Safer Internet Day

107
sicurezza informatica dati

La giornata mondiale della sicurezza informatica arriva anche a Benevento, rete più sicura per tutti.

Il Safer Internet Day, o molto più semplicemente SID, celebra a livello internazionale la giornata della sicurezza informatica. L’evento, dalla cadenza annuale ed organizzato con il sostegno della Commissione Europea, promuove, infatti, l’utilizzo responsabile e, dunque, più sicuro del Web e delle nuove tecnologie informatiche.

La giornata del Safer Internet Day, che è stata istituita nel 2004 e che si celebra regolarmente ogni 6 di febbraio, porta, tuttavia con sé anche una lunga scia di ulteriori e grandi iniziative. Ed è proprio in tale contesto che si inserisce, infatti, un evento appena tenutosi presso il Liceo Statale G. Guacci di Benevento.

L’iniziativa, a cura della Questura di Benevento, della Polizia Postale ed in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, ha voluto, infatti, dedicare il suo personale Safer Internet Day 2018 sia alla delicata questione della sicurezza informatica quanto alla gravità di un nuovo fenomeno ad essa collegato: il Cyberbullismo.

L’importanza di tale celebrazione scaturisce dal fatto che la sicurezza informatica è ancora un campo complesso, in perenne evoluzione, soggetto a molteplici rischi e la cui sensibilizzazione, fondamentale per l’opinione pubblica, si rivela necessaria ai fini di una risoluzione più concreta.

Il Safer Internet Day mira, infatti, ad innescare una migliore consapevolezza del mezzo informatico proprio ai fini di una corretta gestione come unica forma di prevenzione. Attraverso un più corretto e sapiente utilizzo del mezzo informatico, si potrebbe, dunque, garantire una maggiore sicurezza ed una ben più salda tutela soprattutto per i giovani ed i bambini che sono, a tutti gli effetti, i soggetti maggiormente a rischio.

Durante l’incontro, la Polizia di Stato e la Polizia Postale e delle Comunicazioni hanno posto luce non solo sull’importanza dell’iniziativa stessa ma anche e soprattutto sulla necessità di prevenzione; le insidie del World Wilde Web sono, infatti, innumerevoli quanto i benefici stessi, e se Internet ha, da un lato, migliorato la consapevolezza individuale aprendola a quella mondiale, dall’altro ha innescato ulteriori meccanismi di rischi, pericoli e minacce.

La dimostrazione dei rischi connessi al cyberbullismo e l’approfondimento delle tematiche collegate all’utilizzo della rete come ad esempio la violazione della privacy, le molestie online, l’adescamento e la pedofilia sul web, hanno, infatti, tristemente fatto luce sui pericoli più attuali ma anche e soprattutto evidenziato l’importanza di una navigazione sicura, protetta ma, soprattutto, consapevole.

Come si suol dire, prevenire è meglio che curare.

Serena Giorgio è nata a Napoli nel 1986. Laureata alla Facoltà di Antropologia con 110 e lode e Giornalista Pubblicista regolarmente iscritta all’Ordine, vanta numerose collaborazioni con quotidiani, testate online ed emittenti televisive fondamentali per il panorama giornalistico partenopeo e campano. Scrittura, Video Editing, Letteratura ed Enogastronomia sono soltanto alcune delle sue intense passioni; vere e proprie storie d’amore che hanno rispecchiato a pieno la sua formazione, le sue specializzazioni e le sue attività lavorative. Autrice di numerosi testi e trattati circa la Storia della Musica e l’Antropologia dell’Alimentazione; Serena ha curato anche numerose attività di produzione e post produzione per importanti docu-fiction di carattere nazionale. Un saggio aforisma sostiene “Fai quello che ami e non lavorerai un solo giorno della tua vita”. Per sillogismo aristotelico, dunque, Serena non lavora... Serena ama.