La diffusione delle malattie croniche richiede di identificare nuovi metodi e sistemi per il loro monitoraggio

80
dati sensibili e ict
adv

La diffusione delle malattie croniche richiede di identificare nuovi metodi e sistemi per il loro monitoraggio e la loro prevenzione.

In questo processo, la tecnologia dell’Internet of Things e tutto l’ecosistema che ruota intorno ad essa, aiuteranno il paziente ed il sistema sanitario con la creazione ed attuazione di sistemi integrati e in rete, a supporto di interventi di prevenzione e di miglior gestione della complessità territoriale, con maggiore efficienza e minor costo per tutti.

In questo ambito si aprono scenari applicativi e di business per tutto il settore ICT: informatica e telecomunicazioni entreranno sempre di più nei processi di cura quotidiana di una massa diffusa di persone.

Ci aspettiamo un cambiamento di paradigma pari a quello che la sharing economy ha indotto in altri settori. Anitec è già attiva su questo fronte e i suoi associati sono impegnati a collaborare per trovare soluzioni per migliorare la prevenzione delle malattie.

Ma attenzione come dichiarato da Nicola Ruggiero, vicepresidente di Anitec, in una recente intervista: “La tecnologia aiuta a controllare, monitorare, generare, trasportare, imbrigliare e mettere in sicurezza le informazioni, ma rimane l’uomo il vero custode della privacy.

Nicola Ruggiero spiega così l’importanza della sicurezza informatica in ambito sanitario e soprattutto l’incidenza del fattore umano.

La sicurezza dei dati è oggi un tema che coinvolge ogni settore che abbia a che fare, anche al minimo, con le tecnologie digitali. Naturalmente ci sono settori più esposti ai rischi, come quello sanitario.

Lo sviluppo del mercato deve passare attraverso un forte uso della compliance in tutte le sue forme: è importante darsi delle regole, rispettarle, ma ancora di più farle diventare cultura diffusa di tutti gli operatori che trattano i dati e questo è punto chiave del rapporto fra sanità e security. Si possono avere tutti i sistemi di protezione avanzati possibili, ma non basta.

Sono fondamentali la privacy e sicurezza di una organizzazione che adotta la cultura giusta e rispetta le regole. Se ciò accade allora l’interscambio dei dati tra le varie organizzazioni interessate favorisce uno sviluppo medico, clinico e commerciale del mercato a vantaggio di tutti, e contribuisce all’efficienza complessiva del sistema sanitario.

Il tema centrale è lo sviluppo di un sistema sanitario e di welfare sostenibile, presentando singole esperienze regionali di innovazione gestionale tra pubblico e privato.

L’evoluzione high tech giocherà, quindi, un ruolo significativo nel fornire informazioni personalizzate in tempo reale, aiutando le persone a prendere le migliori decisioni per la propria salute, tra cui la ricerca di un professionista, o educandoli sull’importanza della prevenzione.

Nel corso degli anni, le compagnie farmaceutiche, gli ospedali e le compagnie di assicurazione hanno raccolto un’enorme quantità di dati su medicine ed esiti terapeutici, utili per educare i pazienti sui migliori trattamenti.

Esiste già un campo di confronto tra questi attori (startup incluse) per tentare di coinvolgere i migliori scienziati e analisti nel creare modelli predittivi sulla salute.