Teatro Ariston..
adv

Conclusa la prima serata di Sanremo 2019; grande lo spettacolo all’Ariston (e sul web)

Si parte, al via il 69° Festival della canzone italiana; al teatro Ariston di Sanremo è andato tutto come previsto: grande lo spettacolo offerto durante la prima (delle 5) serate, sia sul palco che sui social.
Questa edizione vede una formula nuova di partecipazione: 24 i concorrenti in gara, tra cui i 2 che hanno vinto la edizione 2018 di “Sanremo Young”; ieri si sono esibiti tutti gli artisti.
La direzione artistica è stata affidata a Claudio Baglioni che affianca nella conduzione Claudio Bisio e Virginia Raffaele.
Il vincitore del Festival avrà il diritto di rappresentare l’Italia all’Eurovision Song Contest 2019.
Grande l’impatto sui social (confermando la tendenza delle precedenti edizioni): giovani e non hanno commentato (per lo più) ironicamente la serata.

Si, ma, dov’è #BeppeVessicchio ?

Tanti, troppi, esilaranti e non, i commenti riguardanti la prima serata del Festival: e pensare che ne mancano ancora altre 4!
Si parte, ovviamente, dal grande Maestro Beppe Vessicchio: uno dei capisaldi del Festival, tra i personaggi più amati.
Neanche quest’anno lo storico Direttore d’orchestra non presenzierà: sui social tutti si chiedono dove sia finito e invocano a gran voce almeno un ritorno come ospite.
Forse, però, possiamo chiedere ai “The Jackal” se sappiano qualcosa in più sul suo conto: subito virale un video con la partecipazione del Maestro.


Tweet anche sui conduttori, uno molto simpatico recita: “Inizia così sanremo, dirige: Claudio Baglioni, Canta: Claudio Baglioni, Da un’idea di: Claudio Baglioni, Con il supporto di: Claudio Baglioni, Grazie a: Claudio Baglioni! #Sanremo2019”. Ironizzando sul grande impatto del cantante che, quest’anno, ha convinto fin da subito nella conduzione e nella direzione artistica.
Impazzano, soprattutto su Instagram, riferimenti al “Trash” (inteso come “divertente sebbene demenziale”), in cui si riportano momenti divertenti e imbarazzanti della serata.

Riferimenti anche riguardanti la durata, forse eccessiva, della serata: 4 ore sono,probabilmente, troppo per i telespettatori.

Ma, come abbiamo iniziato, così terminiamo con il Maestro vessicchio, si grida a un’apparizione (che avrebbe quasi del “mistico”): “Uscite Beppe Vessicchio!!! #Sanremo2019”.

Questo Festival piace: tra grandi ospiti e l’espansione social

Leggermente in controtendenza, con le ultime edizioni, questo Festival di Sanremo 2019 sembra sia entrato già nel cuore degli italiani.
Il canale preferito di comunicazione rimane quello social dove, per l’appunto, abbiamo già fatto comprendere quanto sia fin da subito diventato virale.
Gli ospiti della prima serata sono stati Giorgia, Claudio Santamaria, Pierfrancesco Favino e, tra tutti, Andrea Bocelli: insieme al figlio, Matteo; entrambi hanno cantato, anche con Baglioni.

Ma c’è, anche, qualche piccola critica

Vero, come abbiamo spiegato, la prima serata si è conclusa tra molti applausi, ma anche con qualche piccola “nota stonata”.
Nulla di grave, ma sui social si legge che molti hanno trovato la conduzione di Virginia Raffaele leggermente “statica e impostata”.
Totalmente da dimenticare il siparietto al ritmo della “Vecchia Fattoria”: Baglioni che raglia e Bisio che ringhi, senza volerlo, hanno rappresentato un non adeguato omaggio al Quartetto Cetra.
Anche la posizione in classifica di Arisa ha destato stupore: meritava di più, ma siamo appena alla prima serata.

La classifica provvisoria

Divisa in 3 fasce: rossa (la peggiore), gialla e blu (i migliori).
Nelle prime 3 serate non ci saranno eliminazioni, ecco la classifica provvisoria:

Zona blu: Ultimo, Loredana Bertè, Daniele Silvestri, Irama, Simone Cristicchi, Francesco Renga, Il Volo, Nek.

Zona gialla: Enrico Nigiotti, Federica Carta & Shade, Boomdabash, Negrita, Paola Turci, Anna Tatangelo, Patty Pravo & Briga, Arisa.

Zona rossa: Mahmood, Achille Lauro, Nino D’Angelo & Livio Cori, Einar, Ghemon, Motta, Ex Otago, The Zen Circus