santo_del_giorno
adv

San Benvenuto nasce ad Ancona nel XIII secolo

San Benvenuto entra nell’Ordine francescano, giunto alla seconda generazione, e studia diritto a Bologna sotto la guida di Silvestro Gussolino, canonico di Osimo.

Nominato cappellano pontificio, il 1 agosto 1263 diviene amministratore della diocesi di Osimo, e l’anno successivo vescovo. Nel 1267, per la sua rettitudine, è incaricato da papa Clemente IV di assumere anche il governo civile della Marca di Ancona e in tale carica rivela doti di saggio amministratore della cosa pubblica.

E’ in questo periodo che ordina sacerdote l’agostiniano Nicola da Tolentino, il Santo Patrono delle Marche, famoso per la quantità di miracoli compiuti.

San Benvenuto, uomo di grande fede, muore il 22 marzo 1282 e viene sepolto nella cattedrale di Osimo, in un mausoleo apprestato dal clero e dal popolo.

 

 

 

A Napoli si dice: “Te tengo appiso all’urdemo buttone d’ ‘a cammisa”.
Per me sei l’ultima persona sulla faccia della terra.

 

 

 

Riflessione del giorno:

La terra ha oltre un milione di anni di età. Rispetta gli anziani.
(Deanna Anderson)

 

 

 

Casimiro Todicchio