santobono
Napoli, aggressione all'ospedale Santobono
adv

Nella notte scorsa un uomo ha aggredito il personale medico dell’Ospedale Santobono di Napoli e danneggiato dei beni

Come sta avvenendo molto spesso, continuano le aggressioni nei confronti dei medici dei pronto soccorso, questa volta è accaduto a Napoli, all’ospedale Santobono, dove un padre ha minacciato gli operatori sanitari e danneggiato una porta. Ma qual è stata la causa scatenante di questa aggressione?

Le minacce e l’intervento della polizia

Al Santobono di Napoli è giunta una bambina che avvertiva un forte dolore ai denti e lipotomia (sensazione di improvvisa debolezza che non comporta la completa perdita della coscienza), i medici l’hanno classificata come codice bianco (nessuna urgenza, il paziente non è in pericolo e non ha bisogno del pronto soccorso). La non urgenza e l’attesa hanno fatto scatenare l’ira del padre che ha inveito contro gli infermieri e le guardie giurate, fino a minacciare di morte e rompere con un calcio una porta.

La polizia, giunta sul posto, non ha trovato più il padre della bambina che nel frattempo se ne era andato, ma dopo un po’ di tempo è tornato, molto più calmo e pentito dell’accaduto, per spiegare quello che era successo. Comunque l’uomo sarà denunciato per danneggiamento dei beni.

Le aggressioni contro il personale medico stanno diventando, purtroppo, una cattiva abitudine. Solo nel napoletano, dall’inizio del 2019, sono oltre 70 i casi registrati di violenza all’interno degli ospedali.

Avatar
Nato a Napoli nel 1983, Francesco De Fazio consegue, con lode, la laurea magistrale nel 2012 in “Comunicazione pubblica e d’impresa” presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e nel 2013, presso lo stesso ateneo, si specializza come “Esperto nell’orientamento scolastico, universitario e professionale”. Nel 2011 ha svolto un tirocinio presso l’Ufficio stampa del Provveditorato alla Opere Pubbliche Campania e Molise, ma la passione del giornalismo continua nel corso degli anni continuando a scrivere per vari giornali online. L’esperienza più significata inizia nel giugno 2012 dove lavora presso il Servizio di Orientamento e Tutorato del Suor Orsola Benincasa. In qualità di Consulente all’Orientamento ha svolto attività di: consulenza e colloqui di orientamento didattico e professionale, promozione di Ateneo, gestione social network, tutor d’aula.