Sarri sempre più in crisi. Fonte Delfi Sport
adv

La disfatta in coppa ha sancito la definitiva rottura tra il tecnico e i supporter dei Blues

La storia d’amore tra Maurizio Sarri e il Chelsea sembra, ormai, essere terminata. Sarri è stato contestato duramente dai suoi tifosi.

Dopo uno scoppiettante inizio, ben 18 risultati utili tra campionato e coppe, il Chelsea sembra ormai entrato in una crisi senza fine.

La classica goccia che ha fatto traboccare il vaso, e la pazienza dei tifosi, è stata la sconfitta in FA Cup contro il Manchester United.

Chelsea-Manchester 0-2

Il Chelsea a Stamford Bridge viene sconfitto per 2 a 0 dal Manchester United agli ottavi di FA Cup. Ennesimo risultato negativo e, la recente vittoria contro il Malmo in Europa League, non basta per placare l’ira dei tifosi.

Per il Chelsea una serata da dimenticare: come al solito tanto gioco e tanto possesso palla ma anche poca concretezza e neanche il nuovo acquisto Higuain riesce a sfruttare le poche occasioni a disposizione.

Per lo United è tutto facile e porta a casa vittoria e qualificazione.

A fine partita parte la contestazione, non solo per la serie di risultati negativi ma proprio contro l’idea di gioco del tecnico italiano.

La dura contestazione dei tifosi del Chelsea

L’uscita prematura in FA Cup e la crisi di risultati, ha fatto esplodere la contestazione dei tifosi che, durante e dopo la partita, hanno intonato cori contro Sarri e il suo gioco: il “Sarri-ball”.

In realtà non è la prima volta che capita, dure critiche dei sostenitori dei Blues erano comparse molte volte nelle ultime settimane attraverso i social colpendo anche un giocatore simbolo del tecnico: Jorginho.

Sarri, intervistato a fine partita a proposito dei cori, ha dichiarato: “Non li sentivo tanto bene, solo a tratti. Non sono mai stato contestato così, ma c’è sempre la prima volta. Sono preoccupato per i risultati ma non per i tifosi.”

Dopo la dura contestazione il tecnico rischia la panchina

Fine del Sarrismo?

Solo pochi mesi fa anche la Treccani aveva riconosciuto i meriti del tecnico e aveva inserito nei suoi neologismi il termine Sarrismo.

Ma cosa significa? “Sarrismo è la concezione del gioco del calcio propugnata dall’allenatore Maurizio Sarri, fondata sulla velocità e la propensione offensiva; per estensione, l’interpretazione della personalità di Sarri come espressione sanguigna dell’anima popolare della città di Napoli e del suo tifo”

Tutto questo sembra ormai finito. Il Chelsea sta attraverso una crisi senza fine e non si riconosce più né il gioco né il temperamento sanguigno del tecnico italiano, visto ultimamente solo per attaccare il Var e gli arbitri inglesi.

L’idea di gioco che aveva fatto innamorare tanti tifosi napoletani sembra svanita, ma la cosa più preoccupante è l’ipotesi esonero che sembra sempre più vicino.

Il presidente del Chelsea, Abramovic, si sa, è una persona poco paziente nei confronti dei suoi allenatori e già incominciano a circolare i nomi dei possibili sostituti: Lampard e Zidane.