Home Note Redazionali Saviano, Nola e Palma Campania: controlli dei Carabinieri

Saviano, Nola e Palma Campania: controlli dei Carabinieri

23
Arma dei Carabinieri

Un 29enne arrestato dopo un inseguimento. Una 54enne positiva al covid si allontana dall’ospedale, denunciata

Giornate intense per i Carabinieri della Compagnia di Nola. I militari dell’arma hanno arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale, guida senza patente e in stato d’ebbrezza e di alterazione psico-fisica dovuta all’uso di sostanze stupefacenti Andrea Tedeschi, 29enne della provincia di Avellino già noto alle Forze dell’Ordine, e denunciato una ragazza 27enne incensurata.

I Carabinieri, percorrendo il corso Italia di Saviano, li hanno visti a bordo di un’utilitaria e gli hanno intimato di fermarsi. Il 29enne ha invece deciso di tentare la fuga e ne è nato un inseguimento.

La corsa è durata circa quattro chilometri fino a quando il giovane non ha perso il controllo dell’auto e si è schiantato in un cancello di un’area parcheggio a Piazzolla di Nola.

I due, rimasti fortunatamente illesi, non si sono arresi ed hanno tentato di fuggire a piedi nelle vicine campagne ma sono stati bloccati dopo una breve colluttazione. Per i giovani è scattata anche la sanzione per non aver rispettato le norme anti-covid relative al divieto di uscire dopo le 23 e per lo spostamento interprovinciale se non per i comprovati motivi previsti dalla Legge.

L’auto è stata sequestrata. Per l’arrestato, invece, l’Autorità Giudiziaria ha deciso la sottoposizione dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

A Palma Campania i Carabinieri della Locale Stazione hanno denunciato una 54enne incensurata del posto

La donna era ricoverata presso l’ospedale civile di Nola perché positiva al corona virus ma, senza alcuna autorizzazione, si è allontanata dalla struttura. Sono partite immediatamente le ricerche ed i Carabinieri hanno trovato la 54enne a casa sua.

Denunciata, per aver violato l’ordine dell’autorità dato per prevenire la diffusione di una malattia infettiva, è stata sottoposta in isolamento presso la sua abitazione.

Accertato, infine, che durante il suo illecito comportamento la donna non aveva avuto contatti con alcuno.

I Carabinieri hanno comunque deciso di visionare le immagini dei sistemi di video sorveglianza presenti nella zona data l’importanza della tematica in questione.