Rissa in Spagna: arrestati ragazzi italiani
Rissa in Spagna: arrestati ragazzi italiani
adv

La polizia spagnola ha arrestato alcuni ragazzi di Napoli e Salerno a causa di una violenta rissa scatenata all’esterno di una nota discoteca di Cadice

Aggiornamento 27/05/2019 ore 10.30

Il giudice predispone la liberazione di Bordoni, Iannetta e Bellavia. Resta in carcere il protagonista principale dell’efferato episodio, Emilio Di Puorto, trasferito nel penitenziario di Puerto ll.

Le dichiarazioni del padre di Emilio:

“Mio figlio non è un violento; chiedo scusa ai genitori e spero che il ragazzo si riprenda al più presto”

Erano in Spagna in Erasmus, i ragazzi coinvolti nella violenta rissa scoppiata al Momat, nota discoteca di Cadice, sabato notte intorno alle ore 6.30.

Il video incriminante

Nel video diffuso dal quotidiano spagnolo Diario de Cadice, si riesce chiaramente ad identificare Emilio Di Puorto, 29 anni, Napoli, aggredire violentemente con pugni e calci un coetaneo, che rimane a terra inerte, nonostante il pronto arrivo dei soccorsi.

Il video della rissa

Fermati altri 3 indiziati coinvolti nell’accaduto: Dario Bordoni, 25 anni, Napoli; Nicola Iannetta, 21 anni, Salerno; Luca Maicon Vinicius Bellavia, 22 anni, originario del Brasile ma residente a Catania. Tutti e 4 i ragazzi erano in Spagna con il progetto Erasmus.

Le condizioni del giovane aggredito

La vittima è stata subito condotta all’ospedale di Puerta del Mar. Il paziente è in costante monitoraggio. Le sue condizioni restano gravi; probabile trauma cranico.

L’accusa potrebbe essere di tentato omicidio. Ancora ignoti i motivi scatenanti il dissidio; tutto lascia pensare alla solita rissa da discoteca.