Intervista su scuola e istruzione
Intervista su scuola e istruzione
adv

Intervista ad Elisabetta Davoli e Liliana Talarico sulla scuola e sull’istruzione in Italia. Tra passato e presente con un occhio al futuro

La scuola e l’istruzione sono due temi, che si intrecciano, fondamentali per il futuro del nostro Paese. Si tratta, in pratica, delle nuove generazioni: di come esse cresceranno, con quali prospettive e con quali occhi rivolti al Futuro e… al Passato.

Temi che abbiamo affrontato con un’intervista a due notevoli figure del campo dell’istruzione.

Intervista su scuola e istruzione

Di tutto questo abbiamo parlato con due professoresse, esperte dell’argomento. Elisabetta Davoli, Dirigente in quiescenza MIUR e Liliana Talarico, Dirigente Scolastica.

Elisabetta Davoli

Con la Professoressa Elisabetta Davoli abbiamo discusso: dell’istruzione in Italia, a livello generale; dell’apporto che può fornire il Meridione alla Cultura italiana; del suo giudizio personale sull’eliminazione della Storia e della Geografia dalle prove di fine anno.

Liliana Talarico

La Professoressa Liliana Talarico è attualmente Dirigente Scolastico presso l’Istituto Federico Ozanam al Rione Sanità (Napoli). Con il Dirigente Scolastico abbiamo parlato della sua passata come Preside all’Istituto Mario Pagano e della recente attività al Ozanam, dove l’integrazione tra ragazzini napoletani e stranieri è possibile.

 

Avatar
Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.