adv

Le due genovesi nei pasticci, Roma flop, l’Inter si riabilita nel finale

La parte più interessante del campionato, allo stato attuale, sembra essere focalizzata sulle posizioni di coda.

Se per Brescia e Spal appare problematico risalire i gradini utili alla permanenza nella massima divisione, mercoledì 1 luglio – allo stadio del Mare di Lecce – la Sampdoria, con un solo punto in più, farà visita ai locali.

Entrambe le squadre hanno patito quattro sconfitte, con una vittoria, nelle ultime cinque partite.

Non meno difficile l’impegno dei cugini genovesi che, a pari punti dei blucerchiati, attendono la capolista il 30 giugno.

In questo strano finale di torneo, per il prossimo turno – spalmato su più giorni -spicca l’incontro di Bergamo. Il Napoli, al pari dell’Atalanta e della Juventus, viene da una striscia positiva di cinque vittorie consecutive, con l’aggiunta della conquista della Coppa Italia.

Gli azzurri, dopo le polemiche della gara di andata, scenderanno in campo allo “Gewiss Stadium”.

Tra Roma e Udinese – in programma all’Olimpico – sarà una partita assai importante; motivi diametralmente opposti spronano le due squadre. I giallorossi per riprendersi dalla sconfitta del Meazza – sponda rossonera – i friulani per tentare di mantenere le già risicate distanze dalla zona pericolosa, persistente a seguito della sconfitta interna, patita contro gli orobici bergamaschi

Sassuolo e Verona, dopo la spartizione della posta in palio stasera, sono pressoché proiettate alla salvezza.

Per il resto la Lazio cercherà di non perdere altro terreno a Torino, contro i granata, e l’Internazionale, che ospita un Brescia con le speranze al lumicino, proverà a dare continuazione alla propria marcia. Dopo la vittoria a Parma – maturata nel finale –  i tifosi gradirebbero, almeno, consolidare il terzo posto.