Tra le serie tv più attese ci sono “Watchmen" e "The Mandalorian" ma anche tanti altri titoli nuovi
adv

Tra le serie tv più attese ci sono “Watchmen” e “The Mandalorian” e tanti altri titoli nuovi

L’estate è ormai terminata, riprende il tram-tram della vita quotidiana, quindi cosa c’è di meglio nelle serate autunnali se non rilassarsi e godersi un buon telefilm? Vediamo quali sono le serie in programmazione sulle maggiori piattaforme di streaming e pay tv

Midnight Diner: Tokyo Stories

Ad ottobre, su Netflix uscirà la seconda stagione di “Midnight Diner: Tokyo Stories”. La serie ha riscosso un incredibile successo in Asia, dove si attende la quarta stagione,  pertanto il colosso americano ha deciso di esportare questo prodotto anche nel resto del mondo. La serie racconta le vicende di alcuni clienti di un ristorante apparentemente ordinario, dove però le persone riescono ad instaurare rapporti semplici ma profondi condividendo la passione per piatti particolari.

8 giorni alla fine

Il 23 settembre, su Sky Atlantic, al via la nuova produzione originale Sky “8 giorni alla fine”. Solo 192 ore, 8 giorni per l’appunto, e poi un gigantesco asteroide si schianterà sulla Terra, il punto d’impatto sarà l’Europa centrale, le possibilità di sopravvivenza sono praticamente azzerate. Nonostante gli sforzi americani per deviare l’asteroide l’impatto sembra inevitabile.

Criminal

È una produzione franco-tedesca-spagnola-britannica. Un esperimento narrativo del tutto nuovo e molto azzardato. Ogni puntata ha luogo interamente nella sala interrogatori di una stazione di polizia. Ma non si tratta sempre dello stesso edificio. È come se fossero quattro crime drama riuniti in uno. Disponile su Netflix dal 20 settembre.

Stumptown

La protagonista di questo nuovissimo crime drama è la famosissima Cobie Smulders (la Robin di How Met Your Mother). La serie è tratta dall’omonima graphic novel e narra le vicende di un’investigatrice privata, ex soldato, dai modi poco ortodossi.

Batwoman

Batman non c’è più. A difendere Gotham City, adesso, c’è Batwoman interpretata dall’attrice australiana Ruby Rose. La protagonista si chiama Kate e lavora per un’agenzia di sicurezza. La responsabile di questa società viene rapita e Kate, innamorata di lei, diventa Batwoman per provare a salvarla.

 Watchmen

Parliamo, adesso, di Watchmen è uno dei titoli più attesi del 2019. Arriverà in Italia il prossimo 20 ottobre. La serie è basata sulla graphic novel co-creata e illustrata da Dave Gibbons, da Zach Snyder nel 2009 ne fece anche un film. Dalle indiscrezioni fin qui trapelate, Watchmen non è un semplice remake della serie originale ma una specie di “remix”, nel quale la storia si svolge sempre nell’universo Watchmen ma segue un proprio filone narrativo originalissimo. Il telefilm è ambientato in un presente alternativo in cui i supereroi esistono ma sono dei fuorilegge, Internet non esiste e Robert Redford è presidente.

His Dark Materials

I fan dei racconti fantasy restano in attesa dell’uscita in Italia di His Dark Materials. Una produzione anglo-statunitense tratta dall’omonima trilogia letteraria scritta da Philip Pullman. La serie segue le avventure di Lyra Belacqua, giovane ragazzina che vive nella Oxford di un mondo parallelo. In questo universo, le persone sono accompagnate da un Daimon, l’anima della persona stessa che cammina al suo fianco in forma di animale.

The Mandalorian

Ultima, ma non per importanza, c’è The Mandalorian la serie di punta della nuova piattaforma di streaming Disney+. Purtroppo, i fan di Star Wars dovranno attendere il 2020 per la messa in onda. The Mandalorian costituisce la prima serie tv con attori in carne e ossa ambientata nelle Galassia di Star War. La storia è ambientata dopo le vicende de Il ritorno dello Jedi ma prima dell’avvento del Primo Ordine. Segue le avventure travagliate di un pistolero solitario, interpretato da Pedro Pascal, nei meandri più reconditi della galassia, lontano dall’autorità della Nuova Repubblica.

Avatar
Mi chiamo Benedetta Greco, nel 2013 mi sono laureata in giurisprudenza, presso l'università Federico secondo di Napoli, con tesi sulla definizione di terrorismo in diritto internazionale (di cui vado molto fiera). Ho collaborato come praticante avvocato abilitato per diversi Studi legali e nel 2016 dopo tre anni di gavetta ho superato con successo l'esame di abilitazione alla professione forense. Le mie esperienze professionali si estendono anche al piano della didattica: nel 2014 ho diretto dei moduli riguardanti la “Legislazione commerciale” e “ Legislazione fiscale” nell'ambito di un corso sui “Requisiti professionali per il commercio” nonché un modulo sui “Riferimenti normativi e legislativi in ambito socio sanitario” rientrante nel corso di studi per l’acquisizione dell’attestato di Operatore socio sanitario.