Sicurezza alimentare al Festival del Giornalismo Alimentare
Sicurezza alimentare al Festival del Giornalismo Alimentare
adv

A Torino dal 20 al 22 febbraio si terrà il quinto Festival del Giornalismo Alimentare. Si discuterà anche del tema della sicurezza alimentare

Al giorno d’oggi la sicurezza alimentare è un tema molto importante per via di un mondo sempre più globalizzato che ha comportato la nascita di un mercato alimentare unico. Ormai è diventato sempre più difficile riconoscere un alimento contraffatto da uno che sia DOP (Denominazione di Origine Protetta) o DOC (Denominazione di Origine Controllata).

Si discuterà di questi problemi, e non solo, durante la quinta edizione del Festival del Giornalismo Alimentare, che si terrà a Torino a febbraio, dal 20 al 22.

Il Festival del Giornalismo Alimentare 2020

Questo evento annuale lo dobbiamo al giornalista Massimiliano Borgia, specializzato in alimentazione e ambiente. Un luogo, dunque, dove poter parlare di attualità, di sicurezza, di trend del momento e monitorare la situazione nella quale versa il giornalismo di settore.

In particolare, quest’anno, le tematiche affrontate saranno: l’alimentazione del futuro, la sostenibilità delle filiere e le nuove politiche destinate al settore alimentare.

Sempre quest’anno, l’evento sarà aperto al pubblico con ben 30 panel nei quali dibatteranno esperti, giornalisti, blogger, associazioni di settore e imprenditori lo stato dell’arte dell’italian food. Tra gli argomenti in discussione non mancherà, ovviamente, la sicurezza alimentare.

Molto importante è la presenza delle aziende alimentari perché queste ultime devono essere coinvolte nella sicurezza dei propri prodotti, non solo a fini commerciali e di tutela della propria immagine, ma soprattutto per rispettare le regole e le norme imposte dalle autorità locali, nazionali, europee e globali che operano per tutelare la sicurezza e il benessere di ognuno.

La Sicurezza Alimentare, un tema attualissimo

Occuparsi di sicurezza alimentare vuol dire, attualmente, discutere dell’espansione e della difesa del made in Italy, della lotta alla contraffazione alimentare e in quale modo valorizzare i nostri piatti per promuovere il nostro style of life.

Per perseguire questi obiettivi importanti è fondamentale contrastare, in maniera efficace, le fake news. Queste ultime sortiscono effetti deleteri sulla produzione alimentare nazionale, danneggiando la nostra economia nazionale. La sicurezza informatica deve essere estesa e rinforzata per eliminare queste notizie tendenziose e false.

Siamo sicuri che anche la quinta edizione sarà un successo. Voi cosa ne pensate?

Avatar
Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.