Cosa non pubblicare sui social durante le vacanze di Natale
adv

I social sono invasi da centinaia di post dedicati al Natale, alcuni davvero di pessimo gusto. Quali i comportamenti da evitare?

Le tanto agognate vacanze natalizie sono finalmente arrivate: molti italiani stanno godendo di un periodo di riposo dal lavoro e possono dedicare più tempo a sé stessi ed alle persone care. Anche i social risentono del clima festivo e la maggior parte dei post pubblicati è incentrata, come prevedibile sul Natale. Non tutti i contenuti condivisi, però, sono in linea con lo spirito natalizio. Al contrario, alcuni appaiono davvero di cattivo gusto. Nell’augurare a tutti i nostri lettori un felice e sereno Natale, analizziamo le situazioni in cui anche un post natalizio può risultare sgradevole

Social a Natale: politica, sport, religione

A Natale siamo tutti più buoni? Probabilmente no, anche se questo è sicuramente il periodo dell’anno più adatto ai buoni propositi. In ogni caso, chi aspira a vivere nella maniera più gioiosa e serena possibile il periodo natalizio, farebbe bene a evitare di pubblicare post inerenti a politica, sport e religione. Non c’è infatti spirito natalizio che tenga: quando si affrontano queste tematiche, il litigio è sempre dietro l’angolo.

Social a Natale. regalo

Social a Natale: regali

Una delle cose che andrebbero assolutamente evitate, in generale, è lamentarsi dei regali ricevuti. Criticare un regalo natalizio sui social, esponendo alla pubblica gogna chi voleva solo farci una piacevole sorpresa, è ancora più deleterio e potrebbe riuscire ad incrinare anche il più saldo dei rapporti.

Ma, anche sbandierare con troppa enfasi gli splendidi regali ricevuti, potrebbe alienare qualche simpatia da chi ha condiviso il post. Non dimentichiamo che, anche a Natale, in tanti vivono situazioni di disagio sociale ed economico, altri sono alle prese con problemi sentimentali. E che molti, anche oggi, non sono in vacanza, bensì al lavoro. Un eccessivo entusiasmo potrebbe essere interpretato come menefreghismo e mancanza di sensibilità.

Social a Natale: rapporti personali e di lavoro

Il periodo natalizio è considerato, a ragione, come particolarmente adatto a chiarire malintesi e recuperare rapporti che sembravano perduti. Utilizzare i social allo scopo, rendendo pubbliche dinamiche strettamente private e personali, potrebbe però rivelarsi un pericoloso boomerang. Meglio cercare un confronto faccia a faccia; i social potranno, magari, testimoniare pubblicamente la ritrovata armonia in un momento successivo.

Un’ultima raccomandazione va indirizzata a tutti coloro che, tra i propri contatti, hanno colleghi di lavoro o, addirittura, il capo. Prima di condividere momenti di folli festeggiamenti, valutate sempre se ciò potrebbe minare in qualche modo la vostra credibilità professionale.