Sony Xperia XZ2
adv

Sony Xperia XZ2 e XZ2 Compact sono ufficialmente sul mercato da alcuni giorni: scheda tecnica, prezzo, recensione dei top di gamma, che coniugano elevate prestazioni con dimensioni importanti

Dimensioni

Sony lancia sul mercato i nuovissimi Xperia XZ2 ed il fratello minore XZ2 Compact, due smartphone di fascia alta con caratteristiche all’avanguardia. La prima cosa che colpisce del Sony Xperia XZ2 sono le dimensioni, che sono decisamente importanti: 153 x 72 x 11.1 mm, per un peso di 198g.

In particolare lo spessore ed il peso del device risultano superiori a quelli di tutti i diretti competitors e, assieme alla scocca posteriore in vetro, di forma convessa, ne pregiudicano in parte l’ergonomia. Il cellulare risulta difatti piuttosto ingombrante, difficile da tenere con una sola mano (scivola parecchio) e poco stabile quando lasciato su una superficie piana.

Design

Il design frontale risulta anch’esso rinnovato e si avvicina parecchio al trend del momento: Sony Xperia XZ2 ha difatti cornici sensibilmente ridotte rispetto al modello precedente. Posteriormente è posizionato il modulo fotocamera, perfettamente allineato alla scocca ed il lettore di impronte digitali, il cui posizionamento non è probabilmente ottimale, perché situato troppo in basso e raggiungibile solo con una certa difficoltà. Il telefono ha la certificazione IP68, che ne garantisce la protezione da acqua e polvere. Viene abbandonato, purtroppo, il jack audio da 3,5 mm e pertanto le classiche cuffie avranno bisogno dell’utilizzo di un adattatore.

Display

Il display è un pannello IPS LCD HDR da 5.7 pollici in Full HD+ (2160×1080), molto luminoso e ben visibile anche all’aperto; il rapporto d’aspetto è 18:9 con una densità di 424ppi. Ovviamente, pur trattandosi di un ottimo display, la profondità dei neri non è paragonabile a quella dei pannelli AMOLED. Il telefono ha ricevuto un accentuato trattamento oleofobico. Se ciò da un lato lo rende particolarmente attraente nell’aspetto, dall’altro determina la necessità di ripulire molto frequentemente lo smartphone da ditate ed impronte.

Hardware

Sul versante dell’hardware, Sony Xperia XZ2 si pone invece direttamente ai vertici: il processore è lo Snapdragon 845, di ultima generazione, un octa-core fino a 2,8 Ghz con GPU Andreno 630. Il processore è accompagnato da 4 GB di RAM e da una ROM di 64 GB, ulteriormente espandibile mediante utilizzo di scheda micro-SD. Il device risulta scattante in tutte le situazioni e non teme neanche il multitasking più spinto; tutte le app girano in maniera fulminea, al pari dei giochi, anche quelli di ultimissima generazione. Un’interessante novità è la funzione della vibrazione dinamica, che si innesta in automatico, accompagnando le fasi cruciali di gioco, durante l’utilizzo di alcune app o giochi. Il sistema operativo è basato su Android 8.0 Oreo, con numerose possibilità di personalizzazione; ottima l’ottimizzazione di Sony, per un cellulare sempre fluido e che non scalda mai.

Autonomia

Quanto appena detto si riverbera anche sui consumi, che sono assai ridotti; Sony Xperia XZ2 si presenta difatti come un assoluto top di gamma sul versante dell’autonomia, potendo contare anche su una batteria capiente da 3.180 mhA, supportata anche dalla funzione di ricarica wireless. Va inoltre tenuto presente che ulteriori migliorie nell’ottimizzazione saranno possibili a stretto giro, essendo il processore nuovissimo e passibile di implementazioni.

Fotocamera

Di prim’ordine anche il comparto fotografico: la fotocamera principale ha un sensore da 19 MP, con apertura f/2.0 e stabilizzazione elettronica (purtroppo non ottica). E’ presente però lo spettro colore, che consente una lettura cromatica di livello superiore e restituisce i colori ad altissima fedeltà. Eccellenti le foto scattate in condizioni di piena luce, qualche lieve incertezza solo durante quelle in notturna, complice probabilmente la non elevatissima capacità di apertura del diaframma e la mancanza della stabilizzazione ottica delle immagini: siamo comunque a livelli elevati e solo un pelino sotto i migliori.  Buone, ma non eccellenti, le prestazioni del sensore frontale, da 5 MP, poco luminoso, fermandosi l’apertura ad un solo sufficiente f/2.2.

Sony Xperia XZ2 presenta un tasto laterale dedicato, destinato esclusivamente allo scatto, che si rivela estremamente utile ed innovativo. E’ inoltre possibile registrare video in 4K HDR ed anche nella modalità slow motion, fino a 960 FPS a 1080p, talvolta il meccanismo appare poco fluido, ma giungeranno verosimilmente a breve aggiornamenti software migliorativi.

Audio, connettività e prezzo

Anche il comparto audio riserva soddisfazioni all’utente: questo settore è stato oggetto di estrema cura da parte di Sony ed il doppio speaker rende un suono stereofonico di alta qualità e con un’ eccellente pressione sonora, senza alcuna distorsione nemmeno col volume al massimo. L’audio in capsula è altrettanto soddisfacente e, alla luce di quanto detto prima, lo è anche in modalità vivavoce; precisa e senza sbavature la ricezione.

Ottima la connettività, con Bluetooth 5.0 e Wi-fi dual band, di cat. 15 LTE; è presente la funzione NFC. Sony Xperia XZ2 ha un prezzo di lancio elevato di 799€, adeguato al suo posizionamento nella fascia elevata del mercato, ma comunque competitivo, in quanto leggermente inferiore a quello dei top di gamma della concorrenza.

Sony Xperia XZ2 Compact

Rispetto al fratello maggiore, XZ2 Compact presenta differenze soprattutto per quanto riguarda le dimensioni dello smartphone e, di conseguenza dello schermo: 135 x 65 x 12.1 mm, per un peso di 168 g. Il display è da 5″ (1080 x 2160 pixel) con una densità di 441 ppi. La caratteristiche hardware sono invece le stesse di XZ2 ed invariato è il comparto fotografico; la batteria è da 2870 mhA. Prezzo di lancio sensibilmente inferiore a quello del fratello maggiore: 599€.