sparatoria california
Sparatoria in California, tre morti e diversi feriti
adv

Tragedia in California, dove un uomo ha aperto il fuoco sulla folla durante un festival gastronomico

Ancora una sparatoria, ancora una tragedia negli Stati Uniti scaturita dall’uso delle armi. Questa volta è toccata alla Califiornia, al Gilroy Garlic Festival, appuntamento gastronomico che si tiene tradizionalmente durante l’ultima settimana di luglio.

Esito della tragedia è di 3 morti, tra cui anche un bambino di 6 anni, e diversi feriti.

Sparatoria California: la ricostruzione dei fatti

L’uomo responsabile della sparatoria in California, è riuscito a entrare all’interno del Gilroy Garlic Festival di San Josè e a fare fuoco contro il pubblico innocente, tra cui anche dei bambini.

Gli agenti, per fortuna, sono arrivati in tempo impedendo che il bilancio delle vittime fosse peggiore. La polizia ha dichiarato che anche il killer è stato ucciso, colpito proprio dagli agenti intervenuti subito sul posto. È in corso anche una caccia all’uomo per un possibile secondo sospettato. Entrambi gli uomini non sono stati ancora identificati.

I testimoni hanno raccontato le scene di panico che si sono verificate: persone che correvano, chi si nascondeva dietro le tende, gente che strisciava sotto i tavoli o saliva le recinzioni per sfuggire agli spari.

Uno dei testimoni ha così raccontato l’accaduto: “Inizialmente pensavo fossero fuochi d’artificio. La gente ha iniziato a urlare e correre, io ho fatto istintivamente lo stesso. Era un caos completo”.

Sei persone sono state trasportate all’ospedale regionale di St. Louise e altre cinque sono state trasportate al centro medico della Santa Clara Valley tutte con ferite da arma da fuoco.  Non dovrebbero correre nessun rischio.

Dopo questo ennesimo episodio di violenza, si riproporranno nuovamente le polemiche sull’uso delle armi negli Stati Uniti e sulla loro facilità di reperimento. Sicuramente monterà la polemica, ma, come accaduto in precedenti occasioni, siamo certi che la politica sull’uso delle armi negli Stati Uniti anche questa volta non cambierà.

 

Avatar
Nato a Napoli nel 1983, Francesco De Fazio consegue, con lode, la laurea magistrale nel 2012 in “Comunicazione pubblica e d’impresa” presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e nel 2013, presso lo stesso ateneo, si specializza come “Esperto nell’orientamento scolastico, universitario e professionale”. Nel 2011 ha svolto un tirocinio presso l’Ufficio stampa del Provveditorato alla Opere Pubbliche Campania e Molise, ma la passione del giornalismo continua nel corso degli anni continuando a scrivere per vari giornali online. L’esperienza più significata inizia nel giugno 2012 dove lavora presso il Servizio di Orientamento e Tutorato del Suor Orsola Benincasa. In qualità di Consulente all’Orientamento ha svolto attività di: consulenza e colloqui di orientamento didattico e professionale, promozione di Ateneo, gestione social network, tutor d’aula.