Home all sport Sport Sport: campionati ed eventi fermati per l’emergenza Covid-19

Sport: campionati ed eventi fermati per l’emergenza Covid-19

4748
Sport: stop a campionati e manifestazioni a causa dell'emergenza Coronavirus (fonte Il Messaggero)

Anche il mondo dello sport, in quasi tutte le sue discipline, sta risentendo degli effetti della pandemia causata dalla notevole diffusione del Coronavirus

Dalle competizioni calcistiche, come la Serie A, la Champions League e gli Europei, a quelle afferenti alle altre discipline. Ecco di seguito quali sono, nell’ambito dello sport, i tornei e gli eventi sospesi o rimandati a causa dell’emergenza Covid-19

Sport: uno stop necessario

L’emergenza sanitaria provocata dalla diffusione del Covid-19 in Italia e nel mondo resterà purtroppo anche negli annali dello sport. Occorre risalire, infatti, alle due guerre mondiali del secolo scorso per ritrovare un concomitante blocco di quasi tutte le competizioni su scala globale.

Lo stop dettato dalle autorità è una misura assolutamente necessaria, in primis per la salute degli stessi atleti.

Tra coloro che hanno contratto in queste settimane il Covid-19 vi sono, infatti, alcuni calciatori della Serie A italiana. Si può ricordare, in primis, il caso di Rugani, giocatore della Juventus che è stato il primo a risultare positivo al tampone.

Dopo di lui, hanno contratto il Coronavirus anche alcuni atleti della Sampdoria e della Fiorentina, tra cui Gabbiadini, da una parte, e Vlahovic, dall’altra. Nelle ultime ore, anche Matuidi, della Juve, e Zaccagni, del Verona, sono risultati positivi al Covid-19.

Sport: anche in Serie A diversi casi di contagio da Covid-19 (fonte La Repubblica)

Serie A e campionati minori: quando potrebbero ripartire?

Al momento, è molto difficile stabilire, con esattezza, una data per la ripresa dei campionati.

La Serie A, secondo l’ipotesi più plausibile, potrebbe ripartire dal primo weekend di maggio, concludendosi poi a fine giugno. Tutto questo però con un ritmo alquanto serrato. Le squadre, infatti, dovrebbero giocare ogni tre giorni per completare la stagione. Un’altra spada di Damocle, inoltre, è rappresentata dai contratti di molti calciatori, che scadranno il 30 giugno.

Tuttavia, i vertici del calcio italiano, come piano B, non escludono, ancora del tutto, l’idea di far disputare una sorta di play-off scudetto e di play-out salvezza.

Anche per la Serie B e gli altri campionati minori, si ipotizza una ripresa entro la prima decade di maggio, pena l’annullamento definitivo della stagione 2019-20.

La situazione europea

Anche i tornei europei, ossia Champions League ed Europa League, dovrebbero riprendere ad inizio maggio. Obiettivo, anche qui, terminare il tutto entro fine giugno.

La fase finale degli Europei, che riguarda le squadre nazionali, invece, slitta all’estate 2021. Di conseguenza, le qualificazioni per i Mondiali 2022 subiranno uno spostamento a date da destinarsi.

Negli altri Paesi, al momento, le varie federazioni stanno ancora discutendo sul possibile periodo di ripresa. Un tema alquanto complesso in quanto l’epidemia si sta diffondendo con tempi diversi da Stato a Stato.

Negli altri sport

Anche per quanto riguarda gli altri sport, al momento si brancola nel buio.

Per fare qualche esempio, la storica competizione ciclistica del Giro d’Italia da maggio dovrebbe slittare a giugno, con partenza sempre dall’Ungheria.

Nel tennis, si teme uno spostamento degli Internazionali d’Italia, previsti a Roma agli inizi di maggio. Il Roland Garros, invece, per volere della federazione francese, si giocherà dal 20 settembre al 4 ottobre.

La Formula 1 potrebbe riprendere, forse, il 24 maggio con il Gp di Montecarlo ma per concludere entro i termini la stagione piloti e scuderie dovrebbero rinunciare al consueto stop di agosto.

Il caso Olimpiadi

In merito alle Olimpiadi, la principale manifestazione di sport a livello mondiale, il Giappone, Paese organizzatore dell’edizione 2020, non ha annunciato, al momento, lo slittamento delle prefissate date di inizio (24 luglio) e termine (9 agosto).

Nel frattempo, però, il torneo preolimpico di Boxe, che si stava disputando in Inghilterra, è stato sospeso per volere del Cio a causa della crescente diffusione del contagio da Covid-19.

Un vero peccato per l’atleta azzurra Irma Testa, originaria di Torre Annunziata, che aveva appena sconfitto la rivale svizzera Sonia Brugger e si apprestava a sfidare la russa Liudmila Vorontseva. Il torneo, secondo le più ottimistiche aspettative, dovrebbe riprendere a maggio.

 

 

Avatar
Nato a Taranto nel 1986, Angelo Zito frequenta il liceo classico conseguendo la maturità classica nel 2005 con il punteggio di 97/100.  Nel 2009 consegue con il massimo dei voti il titolo di Dottore in Conservazione dei beni culturali dell'Università presso l'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli e nel 2011, presso lo stesso ateneo e con il medesimo esito, il titolo di Dottore Magistrale in Archeologia. Nel mese di aprile 2018 conseguirà il Diploma di Specializzazione in beni archeologici, titolo equipollente al dottorato di ricerca, necessario per l'accesso ad incarichi professionali presso il Mibact. Membro dello staff direttivo dell'Associazione culturale Heracles 2015, giornalista pubblicista dal maggio 2017, attualmente collabora con Il Giornale Off, approfondimento culturale online del quotidiano milanese.