Logo Star Wars (Fonte Wikipedia)
Logo Star Wars (Fonte Wikipedia)
adv

Secondo quanto ha riportato il celebre blogger Jason Scheier, il gioco open world di Star Wars progettato da Electronic Arts (EA) sarebbe stato cancellato per uno meno ambizioso del precedente

Da personale della Electronic Arts Jason Schreier, blogger di Kotaku, è venuto a sapere che il gioco open world, ambientato nell’Universo di Star Wars, in progettazione negli studi EA di Vancouver sarebbe stato cancellato. I problemi, però, erano iniziati molto tempo prima.

Il Millenium Falcon, simbolo di Star Wars
Il Millenium Falcon, simbolo di Star Wars

Visceral Games e Star Wars

Nell’aprile 2014, la celebre autrice di videogames statunitense Amy Hannig venne assunta da Visceral Games, una partecipata di EA, per progettare il nuovo videogioco ambientato nell’Universo di Star Wars. Al progetto partecipò anche Todd Stashwick, attore e scrittore di fama.

Il titolo concepito da Visceral Games era un’avventura lineare d’azione, sulla falsariga del grande successo di questa azienda di sofware, Uncharted.

Nell’ottobre del 2017, Visceral Games è stata chiusa e il nuovo videogioco di Star Wars passò direttamente alla sede di EA di Vancouver.

EA Vancouver è ripartita d’accapo

I vertici di EA sono ripartiti d’accapo, iniziando dal design del gioco e passando da un’avventura lineare d’azione a un open world.

Star Wars, astronave da guerra
Star Wars, astronave da guerra

EA Vancouver e personale proveniente dagli Studi Worldwide EA si sono occupati del progetto, che ad oggi sembra essere stato cancellato.

Il gioco che (forse) non vedremo mai

Il gioco, troppo ambizioso per essere realizzato in tempi brevi, prevedeva, come protagonista dell’avventura, un cacciatore di taglie, con il quale il giocatore avrebbe potuto visitare ed esplorare diversi mondi open world. Inoltre è emerso che il cacciatore avrebbe lavorato per i diversi gruppi  presenti in Star Wars.

Cosa prevede il futuro

Il nuovo titolo di Star Wars, pensato da EA, sarà di minore portata ma probabilmente non tutto quello che è stato finora fatto verrà buttato via.

La data d’uscita prevista, da quanto ha saputo Jason Schreier, dovrebbe essere nell’autunno del 2020, con il contemporaneo lancio delle nuove console next-gen.

Voi cosa ne pensate? Era meglio proseguire sul vecchio progetto o preferite il nuovo, che dovrebbe uscire molto prima?

Avatar
Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.