Una delle spiagge meravigliose di Gallipoli, dove oggi ci sono stati degli arresti per traffico di droga
adv

Carabinieri hanno effettuato una serie di arresti, per spaccio di droga, a Gallipoli, Provincia di Lecce

Sulle splendide spiagge della meravigliosa Gallipoli si annidava il traffico di droga. Gli stupefacenti venivano venduti addirittura a minorenni. Un traffico che è stato distrutto grazie alle indagini effettuate dall’Arma dei Carabinieri.

Le indagini sul traffico di droga

Il Comando Provinciale dei Carabinieri di Lecce, insieme ai colleghi di Gallipoli, hanno portato avanti una minuziosa indagine investigativa durata esattamente un mese: dal 25 luglio al 25 agosto 2019. Il tutto è stato possibile grazie all’utilizzo di speciali apparecchiature elettroniche che hanno permesso di registrare la vendita, in spiaggia, di diverse tipologie di droghe.

Tra i clienti vi erano anche dei minorenni, una cosa gravissima e la vendita sembra essere avvenuta in quattro spiagge di Gallipoli, conosciute al pubblico come Baia Verde.

Gli arresti

Grazie alle sofisticate apparecchiature di cui dispongono le nostre forze dell’ordine è stato dunque possibile arrestare quattro persone. Altre undici sono state denunciate in stato di libertà. In totale quindici trafficanti sono stati messi nella condizione di non nuocere più.

Avatar
Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.