Stranger Things
Eleven la grande protagonista di Stranger Things
adv

Oggi per gli appassionati della serie tv e per l’ambientazione anni ’80 è un grande giorno: esce su Netflix la terza stagione di Stranger Things

Finalmente l’attesa è finita, da oggi tutti i fan di Stranger Things potranno ammirare la terza stagione della serie su Netflix.

In precedenza avevamo fatto un riepilogo delle stagioni precedenti, ma ora? Cosa ci attende? Nonostante Netflix sia stata molta attenta a non far trapelare informazioni, qualche notizia è uscita fuori.

Stranger Things: nuovi personaggi

La seconda stagione ci aveva fatto conoscere nuovi personaggi come Maxine “Max” Mayfield detta “Madmax” e suo fratello Billy, ma soprattutto ci ha fatto rivedere Sean Astin grande protagonista de I Goonies e del Signore degli Anelli.

In questa terza stagione vedremo una figlia d’arte recitare nella serie: Maya Hawke, figlia di Uma Thurman e Ethan Hawke. Secondo indiscrezioni, dovrebbe interpretare il ruolo di una ragazza alternativa, di nome Robin, annoiata dalla routine quotidiana. In cerca di cose nuove e di un po’ di emozioni, ne trova forse troppe quando scopre i misteriosi segreti della cittadina di Hawkins.

Le novità non finiscono qui, nei nuovi episodi saranno presenti anche gli attori Cary Elwes e Jake Busey. Il primo, conosciuto per aver recitato in La Storia Fantastica e Robin Hood: Un uomo in calzamaglia, interpreterà il Sindaco di Hawkins, Kline, un personaggio mai visto nelle precedenti stagioni. Il secondo, apparso nella serie tv Agents of S.H.I.E.L.D., interpreterà invece il misterioso Bruce.

Cosa ci dobbiamo aspettare dalla terza stagione?

Dal trailer e dalle informazioni in nostro possesso, la serie seguirà il doppio filone della crescita adolescenziale e della minaccia del Mind Flayer che tornerà a terrorizzare gli abitanti della cittadina americana immaginaria. Anche se dal trailer possiamo vedere l’introduzione di una nuova strana e gigantesca creatura. Sarà l’inizio di un ulteriore problema?

Stranger Things non è solo horror e atmosfere cupe. Uno degli aspetti più piacevoli della serie, soprattutto per i nostalgici degli anni ’80, è il continuo rimando al clima di quel periodo e le citazioni alle musiche e ai film di quel decennio, infatti sembra che ci siano dei riferimenti anche al film Terminator.

Da appassionato cinematografico di quegli anni, I Goonies, E.T, Ritorno al futuro, Indiana Jones, ma la lista sarebbe lunghissima, non vedo l’ora di immergermi nelle atmosfere di quegli anni e immagino che non sarò il solo, dato il grande successo che la serie ha avuto in questi anni.