NEvsLA
SuperBowl
adv

La finale più attesa d’America, quella del SuperBowl tra Patriots e Rams, finisce 13-3 consacrando Tom Brady nell’olimpo degli atleti.

SuperBowl Patriots – Rams

Finisce 13 – 3 il SuperBowl che vede protagoniste le due compagini di New England e di Los Angeles. Poco spettacolo, se non per qualche guizzo difensivo, e formazioni che scelgono di dare una scossa al match decisamente troppo tardi. Il SuperBowl numero 53 finisce ai superfavoriti Patriots, finisce al leggendario Tom Brady, finisce al MVP della serata Edelman, che conquista il trofeo grazie alle sue 141 yards e 10 prese. Patriots che conquistano per la sesta volta il titolo, così come conquista per la sesta volta Tom Brady l’anello, eguagliando il leggendrio MJ23 (Michael Jordan) nel basket.

Poco spettacolo, tanta paura

È la paura a dominare il campo. Le due squadre non si sbilanciano, non osano, puntano molto (utilizzano molti punt) e viaggiano su un risultato di 407 yards a 260 per i vincitori. Sicuramente è la stessa paura che fa sì che il primo lancio di Brady venga intercettato da Littleton. La paura, ancora una volta, ci mette del suo e fa sbagliare il calcio dalle 46yds a Gostkowski. Sempre la paura fa sì che il risultato del primo tempo tempo finisca con un magro ed inaspettato 0-0 e nessuna vera azione degna di nota.

Reazioni

All’inizio del secondo tempo, però, i Patriots suonano la carica e, spinti da un magistrale Edelman, riescono a raggiungere le 42yds per dare una seconda occasione a Gostkowski che, stavolta, non sbaglia. Ovale oltre i pali e 3 a 0 per i NE Patriots. In risposta, i Rams provano a svegliarsi, anche il loro QB, Goff, sembra troppo spaventato dal peso di questa partita. Ha infatti l’occasione, da quasi 40yds, di chiudere una traiettoria pulita per Cooks in end zone, ma il passaggio risulta troppo fiacco e dà la possibilità a McCourty di recuperare e mettere una pezza, compiendo un vero e proprio miracolo e tenendo saldi i Patriots in testa. Ma la forza i Rams sembrano rialzarsi e spingendo sempre più permettono a Zuerlein, il loro kicker, di mettere a segno un Field Goal da 53yds e portando il risultato in parità. Brady, però, vuole il sesto anello e fa di tutto per ricordarlo. Il QB infatti continua a macinare yds lanciando per Edelman, e ultimando con un lancio sulle 2yds per Gronkowski che, in tuffo, cattura l’ovale. Da quella distanza Michel, RunningBack dei Patriots, deve solo gettarsi. Pallone oltre la linea e touchdown.

Rams non ci sta

Questa volta i Rams accusano il colpo e decidono di ripartire di tutta forza. Lanci, corse, yards macinate portano la squadra di Los Angeles vicina in due occasioni al touchdown. Nella prima, Cooks non riesce a chiudere la presa sul lancio di Goff, mentre nella seconda Gilmore intercetta il pallone lanciato dal QB dei Rams e mette fine alle speranze di una Los Angeles troppo impaurita. Il resto è una tattica macina tempo che permette a Gostkowski di finire nuovamente sotto i riflettori e mettere a segno un ulteriore Field Goal dalle 41yds. I Rams vogliono fare qualcosa, ma ormai è troppo tardi e nulla può impedire a Brady di stringere tra le dita il sesto anello della sua carriera. Giochi finiti e Patriots in festa, sono di nuovo loro i campioni.