Auto elettriche Supercharger di Tesla in tutta Europa nel 2019
adv

Elon Musk annuncia che nel 2019 le colonnine Supercharger di Tesla per le auto elettriche copriranno l’intera Europa, Italia compresa

Elon Musk, vulcanico CEO di Tesla, annuncia i piani dell’azienda per il 2019. La società statunitense, fortemente impegnata nel perfezionare i sistemi di guida autonoma, intende investire ulteriormente anche nel settore delle auto elettriche e punta a coprire l’intero territorio europeo con la rete di Supercharger, le colonnine per la ricarica veloce dei veicoli.

Le colonnine di Tesla sono già presenti nella maggior parte dei paesi del vecchio continente; circa trenta sono in territorio italiano. Il loro numero attuale non è però sufficiente a garantire all’utenza di poter affrontare lunghi viaggi liberi dalla preoccupazione di rimanere a secco. Ciò ha frenato, in maniera determinante, la diffusione dei veicoli elettrici nel 2018. Una rete capillare di colonnine di ricarica Supercharger è, dunque, il primo passo da effettuare per spingere i cittadini europei a scegliere i veicoli di ultima generazione.

Come funzionano le colonnine Supercharger di Tesla

Come funzionano le colonnine Supercharger di Tesla

L’obiettivo di Elon Musk è di piazzare le colonnine Supercharger di Tesla non solo, in abbondanza, nelle grandi città, senza trascurare nemmeno parchi privati e condomini. È previsto un corposo incremento del numero di colonnine anche sulle piccole e grandi arterie di collegamento stradale. Tutti i paesi europei, da quelli nordici alla Turchia, passando per la Russia, dovrebbero essere coperti in maniera massiccia dalla rete di colonnine Supercharger.

I punti di ricarica funzioneranno 24 ore su 24 ed il corrispettivo da pagare sarà determinato calcolando il tempo necessario alla ricarica del veicolo o in base ad un costo unitario per kWh. In Italia, attualmente, con 1 Euro si ricarica l’auto elettrica di 4 kWh. Per effettuare un pieno occorreranno circa 30 minuti.

Le colonnine saranno inoltre munite dello standard di ricarica Css, utilizzato anche da veicoli elettrici di altri produttori. Questo darebbe la possibilità anche a coloro che non sono in possesso di un veicolo Tesla di effettuare la ricarica presso le colonnine Supercharger. Ciò potrà avvenire, però, solo in seguito alla stipula di accordi con gli altri produttori di auto elettriche.