Tanti auguri Google, 20 anni di successi
adv

A 20 anni dalla sua nascita, Google è diventata una delle aziende americane più importanti, anche a livello internazionale: ripercorriamo le fasi salienti, ma anche alcune curiosità e controversie

La Google LLC è un’azienda americana, grazie alla quale è possibile utilizzare vari servizi in rete.
La sede principale è la cosìddetta “Googleplex“, situata nella città di Mountain View, in California.
Tra i vari servizi offerti, come YouTube, Google Maps e il motore di ricerca Google Search, il più importante al mondo.

La storia

1997: viene registrato nel mese di settembre il motore di ricerca Google Search, che diventerà nel giro di 20 anni il sito più cliccato al mondo.
L’anno successivo, sempre durante il nono mese dell’anno, due studenti universitari (Larry Page e Sergey Brin) immaginano e sviluppano una nuova concezione di motore di ricerca.
La loro idea prevede che un interazione diretta tra siti web produce molti più risultati collegati tra loro e di conseguenza un indicizzazione di siti maggiore.
Il giorno 4 dello stesso mese viene fondata dunque l’azienda.

Perché il “compleanno” viene celebrato il 27 settembre?

Nonostante l’azienda sia stata fondata il 4 settembre del 1998, dal 2005 ricorre l’usanza di “festeggiare il compleanno” il giorno 27 settembre.
Come mai? Semplicemente come omaggio riferito allo stesso giorno, nel 1998, in cui si è raggiunto il record di pagine web indicizzate.

Google Search

Come già detto è un motore di ricerca lanciato nel 1997, ma trova applicazione solamente dal 4 settembre 1998, capace di indicizzare pagine web, cercare foto, offrire un servizio mail dedicato (Gmail), servizi di mappe e navigazione (Google Maps), notizie e tanto altro ancora.
E’ dunque il sito più conosciuto e cercato al mondo, terminologie come “googlare”(in Italia) diventano sempre più frequenti, a tal punto di essere riconosciute nei vari vocabolari nelle lingue che ne abbiano adottato l’uso.

Fasi salienti

Il 7 maggio 2010, ha ricevuto l’aggiornamento più grande da quando è nato: nuove funzioni e un aspetto grafico accattivante rappresentano le caratteristiche principali di questo upgrade.
Il 9 novembre dello stesso anno le pagine, tramite “Istant Previews“, forniscono un anteprima di ogni risultato cercato sul web.
Ottobre 2012, Google, registra 249,19 miliardi di Dollari Usa capitalizzati in borsa.
Nel maggio 2014 il marchio registrato “Google” è al primo posto tra quelli con valore più alto al mondo: ben 159 miliardi di dollari.
Dal 2015 Larry Page annuncia la Holding Alphabet Incorporation, viene quotata in borsa parallelamente a Google.
La Microsoft, inoltre, tenta nel 2003 una fusione con la Google LLC, avanzando una proposta parecchio allettante; nonostante ciò questo rimane solo un sogno per la società di Bill Gates.

Servizi principali

Oltre a Maps, YouTube e Gmail (già citati), Google offre tantissimi servizi, tra i tanti ecco alcuni dei principali:

Google Chrome (il browser web dedicato)

⦁ il sistema operativo Android

Google Translate (servizio di traduzione istantanea)

⦁ il Play Store (sul quale scaricare e/o acquistare applicazioni o giochi)

Google Street View che permette viste panoramiche ad alta definizione su gran parte della superficie terrestre a livello del terreno.

Controversie

Inevitabilmente l’azienda, dalla sua nascita, ha dovuto fronteggiare anche polemiche e dibattiti, ad esempio:
⦁ Google Italia evase il fisco per oltre 240 milioni di euro, pari a 96 milioni di euro di Iva, dal 2002 al 2006.
⦁ Nel 2010 fronteggia una causa, riguardante la violazione della privacy, che la coinvolge negli USA. Tre anni dopo si trova costretta a pagare 7 milioni di €.
⦁ Subisce critiche anche per la grande potenzialità riguardante la geolocalizzazione, utilizzata da siti come Google Maps o Google Street View.
Viene accusata di aver studiato e “spiato” gli spostamenti e le azioni di coloro i quali ne avessero fatto uso, al fine di offrire servizi mirati per gli utenti.

Curiosità

Spesso il logo di Google cambia, anche in versione animata (con dei video) o interattiva (con la possibilità di accedere a “mini giochi”).
Ciò a seconda di determinate date, ricorrenze o anniversari; in quei giorni il marchio assume il nome di “Doodle
Easter Eggs: (tradotto alla lettera “uovo di Pasqua”) essi sono dei contenuti creati direttamente dagli sviluppatori di un prodotto, nascosti poi in un secondo momento all’interno dello stesso, Google ne ha creati parecchi, simpatici e curiosi, eccone alcuni:

Super Mario Bros: digitando ciò sulla barra di ricerca, viene visualizzato un “blocco” con un punto interrogativo, cliccandoci sopra verrà emesso un suono(come quello del videogioco), usciranno anche delle monete virtuali.

Tris : Se si scrive “tris” nella barra di ricerca, sarà possibile giocare virtualmente a questo famoso passatempo contro il Pc.

T-Rex: a chi non è mai capitato, quando non c’è linea, di trovarsi davanti un “dinosauro digitale” con la scritta “connessione internet assente”? Ebbene, premendo la barra spaziatrice si avvierà un minigioco che consiste nel cercare di far evitare gli ostacoli al piccolo T-Rex!