Tav bocciata la proposta M5S e passano le altre mozioni 
adv

La proposta del M5S contraria alla Tav è stata bocciata dal Senato con 181 no, mentre i voti favorevoli alle opere sono stati 110.

La mozione sulla Torino-Lione al centro del Senato oggi dove si è votato tra la proposta del M5S (No Tav) e delle altre interpellanze.
Il Senato ha approvato la proposta del PD con 180 si e 109 contrari, un solo astenuto.
Passate tutte le altre mozioni a favore delle opere riguardanti la TAV.
Quella della Bonino con 181 si, 107 no e un astenuto.
Fratelli d’Italia con 181 si, un astenuto e 109 no.
Ultima qulla di Forza Italia: 182 favorevoli, 109 contrari e 2 astenuti.
Le parole del ministro Toninelli all’Agenzia ANSA: “Ho votato No, avanti sereno”.

La posizione del PD

Così ha dichiarato Nicola Zingaretti, Il leader del Pd: “Il governo non ha più una maggioranza.
Il presidente Conte si rechi immediatamente al Quirinale dal presidente Mattarella per riferire della situazione di crisi che si è creata
”.
Ha proseguito il senatore dem Laus: “Ci sono troppi ostacoli che impediscono a questo governo di crescere. Noi vogliamo andare avanti, non indietro”.

M5S: “l’inciucio è servito, aprite gli occhi!

Abbiamo portato il Tav in Parlamento e sono venuti allo scoperto!
Ma la cosa più ridicola è che la Lega li sostiene dopo che il Pd ha presentato una mozione di sfiducia su Salvini.
L’inciucio è servito! Aprite gli occhi!
”.
Così ha commentato l’M5S sui canali social in seguito alle dichiarazioni di Massimiliano Romeo, senatore Leghista, che confermava l’essere favorevole alle opere TAV.
Tuttavia, come si evince dalle parole del senatore Santangelo (M5S): “Il governo si rimette alla decisione dell’Aula”.

TAV: così ha commentato la Lega

Nei giorni precedenti, il Ministro degli Interni Matteo Salvini aveva commentato: “Gli insulti di Renzi, della Boschi e del PD mi divertono, gli attacchi quotidiani dei 5Stelle mi dispiacciono.
Come si fa a lavorare così?”.
In merito ad alcune dichiarazioni del ministro Toninelli contro di lui.
Più chiaro l’intervento del viceministro dell’economia Massimo Gravaglia, che ha diffuso la parola di governo, ma anche la posizione del suo partito (Lega):
La posizione della Lega è nota sulla Tav da tempo, invitiamo a votare a favore di tutte le mozioni che dicono sì alla Tav, e contro chi blocca il Paese”.